More

    Thrawn: L’Ascendenza – Insorge il Caos, recensione del romanzo

    -

    Insorge il Caos è il primo capitolo della trilogia di romanzi dell’Ascendenza, che narra le origini canoniche del mitico Thrawn. Nato ovviamente dalla penna di Timothy Zahn, è arrivato in Italia grazie a Panini Comics ed è una lettura imperdibile per chi vuole conoscere a fondo non solo il personaggio ma la società Chiss e soprattutto le vicende che le ruotano intorno. Di seguito trovate la nostra recensione, rigorosamente senza spoiler!

    La trama

    insorge il caos recensione
    Il giovane Thrawn

    Ci troviamo oltre la galassia lontana lontana, in quelle che sino ad oggi tutti conoscevamo come le Regioni Ignote, che si rivelano essere una porzione di spazio brulicante di vita che i suoi abitanti chiamano Caos. All’interno di quest’ultimo sorge la fiera e potente Ascendenza Chiss, popolo con una storia millenaria fatta di prestigio e conquiste. E che all’inizio del romanzo viene scossa da un evento raro, un affronto sfacciato: un attacco alla sua capitale Csilla.

    I vertici militari e soprattutto il Syndicure, l’organo politico supremo dell’Ascendenza composto dalle nove famiglie regnanti Chiss, cercano di individuare i colpevoli, non senza le consuete difficoltà interne dettate dalla politica. Nel frattempo Thrawn, giovane e promettente Capitano Superiore della Flotta di Difesa Espansionistica, segue alcuni indizi che nessuno aveva notato, scoprendo pian piano un disegno molto più grande di quello che si credeva.

    Pregi del romanzo

    timothy zahn star wars
    L’autore Timothy Zahn, il “padre” di Thrawn

    Insorge il Caos è un’opera magna ed un perfetto primo capitolo perché c’entra il bersaglio sotto molteplici punti di vista. Ci dona uno sguardo nuovo e dinamico alle Regioni Ignote, mettendole al centro della narrazione e facendoci scoprire un territorio brulicante di vita dove le vicende che tutti conosciamo (in quel periodo erano in corso le Guerre dei Cloni) si svolgono in un luogo molto lontano e quasi sconosciuto. Viaggiare nel Caos è complesso, perché a causa di un’intensa attività elettromagnetica e della massiccia presenza di buchi neri e altri pericoli le rotte iperspaziali non sono fisse. Tutti i popoli, tramite i cosiddetti Apripista, ma in particolare e in modo differente (e più efficiente) i Chiss, si sono adattati a questa situazione tramite un magnifico utilizzo della Forza.

    Altro elemento vincente ed appassionante è il world building della società Chiss. Zahn ci introduce splendidamente all’organizzazione dell’Ascendenza, sia in ambito militare che politico. Riusciamo ad entrare nei meccanismi del Syndicure e degli Aristocra, i suoi potenti e delle volte subdoli componenti. Scopriamo la particolare composizione delle famiglie Chiss, dove non contano solo i legami di sangue ma vige un complesso sistema che permette anche agli “estranei” di entrare a far parte di una determinata famiglia.

    Tutto nella società Chiss ruota intorno alla famiglia e al prestigio, soprattutto per quanto riguarda le nove famiglie regnanti, che detengono il potere. In ultimo, ma ovviamente non meno importante, in questo quadro si incastra la figura di Thrawn, giovane e promettente stratega militare tanto brillante quanto avventato; e per alcuni Chiss, tra cui membri dei Mitth, la sua stessa famiglia, decisamente pericoloso.

    Un piccolo difetto

    Oltre i molteplici pregi di Insorge il Caos, c’è un piccolo difetto che spesso accomuna Zahn e altri autori di Star Wars, che in altre opere si sorvola ma che in questo romanzo si sente di più per un motivo preciso. Parlo della descrizione fisica dei personaggi, quasi del tutto assente. Presentando personaggi e razze aliene inedite, Zahn li descrive poco quanto niente, e perciò per il lettore è difficile immaginarli. Un esempio su tutti è quello del villain, del quale viene sottolineata sempre e solo una caratteristica specifica.

    Ovviamente Zahn compensa questa mancanza con la sempre perfetta descrizione delle battaglie, mettendo tutta la sua esperienza da appassionato di tattiche militari. C’è un punto preciso in cui sembra di essere lì con Thrawn all’interno di un caccia, davvero straordinario. Sarebbe bastato mitigare le descrizioni anche in ambito fisico per ottenere la perfezione.

    Considerazioni sul romanzo e i personaggi

    ar'alani insorge il caos star wars
    L’Ammiraglio Ar’alani

    Se le descrizioni fisiche lasciano a desiderare, quelle psicologiche sono fantastiche. Tra tutte svettano quella di Che’ri, bambina che, come altre, è di vitale importanza per l’Ascendenza, e della sua tutrice Thalias. Due personaggi fondamentali all’interno del romanzo, che affrontano i loro problemi e le loro paure. Tramite le loro storie viene approfondito il grande segreto dei Chiss, che ci era stato solo accennato in Thrawn: Alleanze.

    Ma veniamo in toto al personaggio di Thrawn, approfondito sia direttamente che indirettamente, tramite il rapporto con gli altri personaggi. Zahn ci presenta i suoi consueti tratti caratteristici: uno spiccato intuito militare che si esplica attraverso lo studio dell’arte degli altri popoli, contrapposto ad una totale incapacità nel capire la politica. Ma lo fa inserendolo in un contesto diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati, rapportandolo alla sua famiglia e al suo popolo. Il risultato è uno spaccato preciso e vertiginoso tra chi lo apprezza e lo sostiene anche quando esagera pericolosamente, e chi lo ritiene una minaccia per l’intera Ascendenza.

    Intenso e particolare il suo rapporto con Ar’alani, altra brillante Chiss e personaggio fantastico che scala subito i ranghi militari (divenendo presto Ammiraglio) e con la quale instaura una grande amicizia, narrata soprattutto nel corso di capitoli flashback, che durerà nel tempo. Una delle poche che appoggerà le sue avventate e pericolose idee, nonostante un grande sbaglio avvenuto in passato (esatto, anche Thrawn sbaglia quando la politica si mischia alle faide tra i popoli).

    Conclusioni

    Ci sarebbe davvero moltissimo altro da dire su Insorge il Caos, e questo dimostra quanto il romanzo sia ricchissimo di eventi e dettagli, che Zahn riesce ad inglobare insieme senza strafare e annoiare. Una storia in cui anche i villain funzionano e sono strumentali al cliffhanger finale, che ci anticipa che la minaccia esterna all’Ascendenza Chiss è appena cominciata. E che si affiancherà ad una lotta interna sempre più serrata, dove Thrawn sarà il perno tra più fuochi.

    Un romanzo imperdibile ricco di azione, tante sorprese, una marea di volti e situazioni nuove, personaggi che rimangono nel cuore e un Thrawn agli albori ma spettacolare come sempre, che si trova ad agire costantemente sul filo del rasoio. Che aspettate allora? Immergetevi nella lettura! Potete acquistare il romanzo qui in basso:

    Per qualsiasi informazione sugli altri romanzi dedicati a Thrawn, potete consultare la nostra guida a quelli canonici. Trovate invece qui la timeline completa di tutti i prodotti del canone, qui la recensione del primo capitolo della trilogia ambientata in epoca imperiale e qui quella di Tradimento. Per chi ha letto il romanzo, cosa ne pensate? Vi è piaciuto? Fatecelo sapere nei commenti! E continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram Twitter! Vi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Un partito italiano sta utilizzando Star Wars per la sua campagna elettorale

    Nel corso della campagna elettorale, oltre al consueto screditarsi...

    The Last Jedi: ci sarà il “risveglio” di Captain Phasma?

    Episodio VII ci ha donato tanti personaggi nuovi, che...

    Stranger Things: la citazione colpisce ancora

    Per noi fan di Star Wars le soddisfazioni non...