More

    The Mandalorian 3: Pedro Pascal parla della leadership di Din Djarin

    -

    Nel finale della seconda stagione di The Mandalorian è avvenuta una svolta considerevole per il protagonista Din Djarin, e cioè l’acquisizione della Darksaber. Questo evento porterà a conseguenze ben precise nella terza stagione, che Pedro Pascal ha anticipato in una recente intervista. Vediamo di seguito le sue parole!

    L’intervista di Pedro Pascal

    greef karga star wars pedro pascal
    Greef Karga con Din Djarin

    Ad oggi tutto il materiale di cui disponiamo è trapelato dal trailer mostrato in esclusiva alla Star Wars Celebration di Maggio, che speriamo possa essere rilasciato per tutti al più presto. Tra i presenti in quel momento c’era anche Total Film, che ha poi intervistato Pedro Pascal su quello che sarà il suo ruolo da leader nella terza stagione:

    “Se sta assumendo una posizione di comando, è riluttante a farlo”, dice Pascal nel nuovo numero di Total Film. “Non credo ci sia niente di più interessante di un personaggio costretto a scoprire di cosa è capace e chi è. Questa parte è stata molto, molto divertente. Inoltre, dal mio punto di vista, ci sono così tanti modi per trovare la tonalità di questo aspetto. Ho solo cercato di ottenere le sottigliezze di questo tipo di sviluppo del personaggio”.

    Mentre Mando è impegnato tra leadership e redenzione (per essersi tolto l’elmo), Bo-Katan sta affrontando la delusione di non aver ripreso la Darksaber. “Ogni volta che hai un obiettivo e non ci riesci, penso che lo rivaluti”, dice la sua interprete Katee Sackoff. Insomma, anche in questa terza stagione di The Mandalorian ci aspettano tante interessanti tematiche.

    Cosa vi aspettate da The Mandalorian 3? Fatecelo sapere nei commenti! E continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram TwitterVi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

    Fonte

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Rogue One – Recensione (senza spoiler)

    Suona la sveglia e ti alzi dal letto. Distrattamente...

    L’oscura storia di Darth Plagueis il saggio

    È bastata una manciata di battute per rendere affascinante un...

    Star Wars: arrivano chiarimenti importanti sul titolo del film su Rey

    Stando alle ultime programmazioni ufficiali, nel 2026 avremo ben...