Star Wars: The Last Jedi è nei cinema da quasi un mese ormai, e ha da poco superato il miliardo di dollari di incassi nel mondo. In questo lasso di tempo, ovviamente, si è parlato tantissimo di questo ottavo capitolo della saga. Noi, come di consueto, lo abbiamo fatto (e continueremo a farlo) tramite i nostri approfondimenti. Oggi in particolare vorrei parlare della scena finale della pellicola, con riguardo alla presenza di Luke Skywalker.

Sapete tutti a cosa mi riferisco, ovvero al colpo di scena riguardante la sua proiezione su Crait. Un colpo da maestro da parte di Rian Johnson, che aveva disseminato molti particolari indizi per far comprendere la situazione.

Luke, l’ultima speranza

rey e luke star wars the last jedi e la forza
Rey e Luke su Ahch-To.
Da: starwars.com

Nel momento finale della pellicola, in cui tutto sembra perduto per la Resistenza, l’ultima speranza della Galassia arriva su Crait, Luke Skywalker. Tutta la sequenza antecedente al faccia a faccia con Kylo Ren è bellissima ed emozionante: c’è il saluto con Leia, il rimando ad Han tramite i dadi del Falcon, la bellissima ambientazione dello scontro. Nessuno in quel momento avrebbe potuto immaginare quello che sarebbe successo di lì a poco. Il primo grande indizio che Johnson ci lascia è sicuramente il massiccio bombardamento a Luke da parte degli AT-M6. Attacco che non gli procura neanche un graffio; ma in fin dei conti stiamo parlando del leggendario jedi Luke Skywalker, quindi nessuno lì per lì ne è rimasto sorpreso (forse estasiato dall’epicità della scena).

Sono altri indizi, quelli successivi e più particolari, che avrebbero dovuto farci sospettare qualcosa di strano. Alcune chicche sono davvero significative.

Gli altri indizi

luke skywalker su crait star wars the last jedi
Una fan art di Luke su Crait nella scena finale di Episodio VIII.
Da: snap361

In primo luogo, Luke ha un aspetto più giovane e meno trasandato di quello su Ahch-To, nonché abiti differenti. Ma la particolarità è che ha lo stesso aspetto della notte in cui tutto andò in rovina, e Kylo Ren distrusse il tempio. Inoltre, in quel momento egli brandisce la spada laser azzurra di suo padre, che era stata distrutta poco prima da Rey e Kylo Ren. In molti ci siamo accorti di questo particolare, pensando comunque ad un qualche tipo di omaggio, oppure che ci sarebbe stato spiegato il motivo più in là. In merito alla spada laser, molti si sono lamentati del fatto che Kylo non si sia accorto che essa era la spada contesa in precedenza con Rey e distrutta. Ma qui vanno fatte importanti specificazioni.

Va detto che, in primis, egli era accecato dalla rabbia; in secondo luogo per lui sarebbe stato difficile riconoscerne l’impugnatura. Luke, per quanto ne poteva sapere lui, avrebbe potuto benissimo costruire un’altra spada dopo aver perso quella verde.

Un altro indizio magistrale riguarda il fatto che Luke era l’unico a non lasciare le caratteristiche impronte rosse su Crait. Tutti i personaggi e i mezzi le lasciavano, mentre in alcune inquadrature durante il duello ci viene mostrato che Luke non le lascia. Tutto questo, come anche l’accortezza nel non farsi colpire, sarebbe servito per far guadagnare tempo alla Resistenza e permetterle di fuggire. Una serie di particolari indizi che hanno condito una scena davvero bellissima, culminata con la sorpresa della proiezione e l’estremo sacrificio del nostro Luke.