Finalmente, ci siamo! Il primo episodio dell’ultima stagione di The Clone Wars è stato rilasciato da poche ore su Disney+, e sono già arrivati i primi colpi di scena. S’intitola The Bad Batch, ed è dedicato quasi interamente alla leggendaria squadra di cloni modificati. Ecco la nostra recensione…

The Bad Batch (recensione senza spoiler)

La Bad Batch in azione nella settima stagione di The Clone Wars
La Bad Batch in azione nella clip della settima stagione di The Clone Wars. Fonte: Wookieepedia

The Clone Wars non perde tempo. Subito lo spettatore viene buttato nella guerra tra l’esercito della Repubblica e quello dei Separatisti su Anaxes. La guerra pende dalla parte dei Separatisti al momento, ma il capitano Rex ha un’idea per cercare di ribaltare la situazione. Ma per questa missione ha bisogno della Bad Batch.

La puntata si dedica essenzialmente alla presentazione della squadra di cloni e alla missione. Dal punto di vista dell’animazione e delle sequenze d’azione, è formidabile. Non c’è un momento per respirare, e si è letteralmente trascinati dagli eventi.

L’unica pecca forse sta nella caratterizzazione della Bad Batch. The Clone Wars ha sempre fatto un lavoro incredibile nell’umanizzare i cloni, mentre i membri della Bad Batch sembrano un po’ stereotipati e cartooneschi.

La puntata ha un colpo di scena finale molto forte, che sicuramente verrà sviluppato nei prossimi capitoli. Adesso parliamo di spoiler, quindi chi non ha visto la puntata interrompa la lettura!

La missione (recensione con spoiler)

La Bad Batch, protagonisti di The Clone Wars 7
Tre membri della Bad Batch.
Fonte: The Pop Insider

ATTENZIONE SPOILER DELLA PRIMA PUNTATA DI THE CLONE WARS!!

La missione ideata da Rex consiste nell’infiltrarsi nel Cyber Center dell’esercito Separatista. Ma ciò è quasi impossibile perché tutte le ultime tattiche utilizzate dai cloni sono state sempre perfettamente contrattaccate dai droidi. Rex pensa che Echo, il suo vecchio compagno, sia ancora vivo e stia dando informazioni all’esercito Separatista.

Cody non crede sia possibile, ma si fa comunque approvare la missione da Anakin e Mace Windu. Successivamente convoca la Bad Batch, gli unici, secondo lui, in grado di riuscire nell’impresa. La Bad Batch è composta da cloni “difettosi”, ognuno con un “superpotere” diverso: forza sovrumana, quoziente intellettivo elevatissimo, precisione da cecchino, e sensi ultra sviluppati.

La missione inizia male quando il trasporto della squadra viene abbattuto e Cody ferito. Dopo spettacolari battaglie con i droidi riescono a infiltrarsi al Cyber Center e Rex scopre che aveva ragione: il suo compagno Echo è ancora vivo, e adesso collabora con l’esercito Separatista…

Echo, Rex e gli altri cloni di The Clone Wars

Rex e Cody di The Clone Wars
Rex e Cody.
Fonte: Youtube

Sapevamo da tempo che l’ultima stagione di The Clone Wars avrebbe approfondito la Bad Batch e mostrato i quattro episodi rimasti in sospeso dal 2013. Peccato che l’elemento più debole della puntata, forse, sia proprio la squadra di cloni modificata.

L’episodio fa un lavoro meraviglioso nel portarti dentro la storia, dentro la battaglia. Soprattutto l’animazione ha raggiunto un livello molto elevato, e le scene di guerra sono decisamente efficaci. Anche il fatto di avere un episodio senza Jedi e senza Sith è stata una scelta forte, ma fortunata.

Purtroppo però i membri della Bad Batch non sono caratterizzati a sufficienza. L’unico elemento che li contraddistingue è il loro superpotere. Diventa quindi netto lo stacco con personaggi umani come Rex e Cody, che sono il vero cuore emotivo dell’episodio.

Detto questo, The Bad Batch apre molto bene l’ultima stagione, con grandi sequenze d’azione e lasciando lo spettatore con un bel colpo di scena finale. Per la seconda puntata, però, dovremo aspettare venerdì prossimo. La speranza è che i membri della Clone Force 99 vengano approfonditi maggiormente.

Voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto questo episodio? Fatecelo sapere nei commenti! E continuate a seguirci, vi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.