More

    The Book of Boba Fett: analisi dettagliata del trailer!

    -

    E’ stato finalmente rilasciato il primo trailer di The Book of Boba Fett (qui la nostra reaction e le impressioni a caldo) e oltre ad essere molto interessante sotto tanti punti di vista, nasconde anche moltissimi dettagli e riferimenti al franchise. Andiamo a scoprirli insieme!

    La sequenza iniziale

    the book of boba fett trailer
    Il droide ragno ad inizio trailer

    Il trailer si apre con uno sguardo da lontano al Palazzo di Jabba, mentre dal deserto fa capolino un droide ragno molto particolare. Si tratta infatti di uno strumento utilizzato dai monaci B’omarr, un ordine religioso che credeva nell’isolamento da ogni sensazione fisica, al fine di accrescere il potere della mente. Per giungere a questo scopo, i monaci B’omarr si facevano impiantare il cervello in barattoli pieni di sostanze nutritive (come quello arancione che si vede nel trailer), e si spostavano attraverso i droidi ragno.

    Quello che vediamo è probabilmente di un monaco giovane, poiché il droide ragno ha sei zampe (gli anziani utilizzavano un ragno con quattro zampe). Gli inquietanti monaci B’omarr vengono citati più volte in guide e opere canoniche: ne parla anche Ahsoka nel film di The Clone Wars.

    boba fett  trailer analisi
    La vestizione di Boba Fett

    La scena si sposta poi su quella che sembra essere una sala rigenerativa (in base alla strumentazione presente a destra) dove assistiamo alla vestizione di Boba Fett. E’ interessante notare che la voce fuori campo con cui quest’ultimo interagisce sembra proprio quella di Pedro Pascal, e quindi di Din Djarin, anche se viene accreditato come “Alieno 1”.

    Raccogliere consensi

    ithoriano analisi trailer star wars
    Il potente Ithoriano

    Nella sequenza successiva Fennec e Boba camminano per le strade di una cittadina, sicuramente sempre su Tatooine. Si riconosce lo stile dei mercati simile a quello di Mos Espa (anche se non è il porto spaziale visto in Episodio I). I due vanno a parlare con un criminale del luogo, un Ithoriano che utilizza il caratteristico sintetizzatore vocale della sua specie, che gli procura una voce molto piena.

    La notizia della presa del trono di Jabba da parte di Boba Fett si è diffusa in fretta, e come scopriremo nelle scene successive quest’ultimo vuole consolidare il suo potere governando tramite il rispetto, e non la paura. Ma ovviamente non tutti sono d’accordo, e cominciano anche delle prime schermaglie.

    La riunione

    riunione the book of boba fett
    La riunione con gli ex capitani di Jabba

    Arriviamo a quella che è a mio parere la sequenza più bella del trailer, la riunione con gli ex capitani di Jabba. Al tavolo possiamo vedere una bella varietà di specie aliene: ci sono Klatooiniani (tra i più tipici sottoposti di Jabba, visti in moltissime altre opere), Aqualish, e Trandoshani. Senza contare le classiche guardie Gamorreane che ora difendono Boba Fett. L’intento di quest’ultimo è chiaro: evitare i conflitti e governare con mutuo beneficio. Ovviamente tra i capitani non tutti concordano, e alcuni sono decisi ad eliminarlo. Ma come potrete immaginare, il mitico cacciatore di taglie saprà sicuramente tenerli a bada.

    twi'lek trailer the book of boba fett
    Le twi’lek nel trailer

    In queste scene vediamo anche la mitica Slave I, un gruppo di Sabbipodi (il che ci permette di ipotizzare che Boba stringerà un’alleanza con loro, probabilmente già attiva negli anni in cui ha vagato nel deserto dopo essere uscito dal Sarlacc) e due Twi’lek dalla pelle rosa e gialla. Altro elemento che mi ha molto colpito è il loro make up, decisamente migliore di quello visto in The Mandalorian.

    Trailer di The Book of Boba Fett: la scena finale

    guardie the book of boba fett analisi
    Le guardie che circondano Boba e Fennec

    Nella sequenza finale vediamo un combattimento per strada, sicuramente legato alle scene viste ad inizio trailer. Prima che alcune guardie circondino Fennec e Boba, vediamo il suo elmo cadere con dei crediti dentro. Sulle monete si può notare il simbolo del credito galattico standard, segno che i crediti imperiali sono scomparsi dal mercato (la serie è ambientata nello stesso periodo di The Mandalorian, il 9 ABY, 4 anni dopo la caduta definitiva dell’Impero).

    Le guardie che circondano i protagonisti utilizzano degli scudi che ricordano molto quelli utilizzati dai Gungan durante la Battaglia di Naboo, e delle elettrostaffe simili a quelle dei Purge Troopers visti in Jedi Fallen Order.

    Pur non mostrando moltissimo sulla trama (il che a mio parere è un vantaggio) questo primo trailer di The Book of Boba Fett è ricco di sorprese e riferimenti! Voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto? Avevate notato questi dettagli? Ditecelo come sempre nei commenti! Continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram TwitterVi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars. Di seguito trovate anche la nostra video analisi:

    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Ecco tutti i personaggi che erano a conoscenza dell’Ordine 66

    L'Ordine 66 è uno degli eventi più traumatici della...

    John Williams in concerto in Italia: ecco la data!

    Il Maestro John Williams è una vera e propria...

    Potremo rivedere Cody in The Bad Batch?

    Manca sempre meno all'uscita del primo episodio della nuova...