More

    The Bad Batch 3: Michelle Ang parla di Omega, del suo rapporto con Ventress e del finale della serie

    -

    Manca solamente una settimana ormai al debutto della terza e ultima stagione di The Bad Batch su Disney Plus, con una ricca premiere di tre episodi. Per l’occasione Michelle Ang, interprete e doppiatrice di Omega, ha avuto modo di parlare del percorso del suo personaggio, del rapporto con Ventress e soprattutto del finale della serie. Vediamo di seguito le sue parole!

    Omega in The Bad Batch 3

    asajj ventress trailer analisi the bad batch 3
    Asajj Ventress nel trailer

    In un’intervista esclusiva per The HoloFiles, l’attrice ha svelato molti dettagli su ciò che ci aspetta nella terza stagione, a cominciare dalla sua eccitazione data dal fatto che Omega e Crosshair siano stati accoppiati per questa avventura finale. Ella ha aggiunto che “Crosshair ha qualcosa da imparare da lei nella stagione, e i loro ruoli sono invertiti in qualche modo”. Nonostante la sua giovinezza, Ang lascia intendere che Omega assumerà un ruolo da custode nella terza stagione, soprattutto perché Crosshair “sta attraversando… un trauma e un disturbo da stress post-traumatico e anche la reintegrazione delle relazioni dopo una frattura”. Ang ha continuato: Crosshair impara cos’è il perdono e il vero amore di fronte a un tradimento, e poi a riunirsi, e come può essere”.

    Omega non interagisce solo con la Bad Batch nella serie, perché Ang ha rivelato qualcosa sul ruolo di Asajj Ventress. “Ventress era davvero interessante per Omega”, ha detto Ang, “Si è imbattuta in figure femminili formidabili. Ma credo che quella in particolare abbia fatto fare ad Omega un passo indietro… C’era una sorta di timore e di rispetto e di intrigo”. L’attrice sembra quindi confermare che le due si incontreranno materialmente.

    Il finale della serie

    the bad batch 3 trailer e data d'uscita
    Hunter e Omega

    The HoloFiles ha poi chiesto alla Ang quali sono i suoi momenti preferiti di Omega fino ad ora, il che ha portato la neozelandese a parlare del finale della serie e di alcuni finali alternativi che sono stati presi in considerazione. “Il pubblico non ha ancora visto il finale della terza stagione e ci sono stati modi diversi di concludere la serie. Non avevamo deciso esattamente come sarebbe andata a finire. C’è stata una sorta di esplorazione, ma come attore, un momento emotivo è stato il finale che abbiamo scelto. È stato come il culmine del mio viaggio come interprete e del viaggio di Omega come personaggio, tutto consolidato in due righe”.

    Ang dice di aver letto il copione definitivo dell’ultimo episodio “con grande trepidazione”, aggiungendo che “ha dovuto prepararsi emotivamente prima di aprire il documento”. Ang ha dichiarato che il finale è davvero sentimentale. Ero triste, ma sono grata per il viaggio. Il fatto che dovesse finire dopo tre stagioni è stato sorprendente, ma credo anche che gli sceneggiatori abbiano fatto un ottimo lavoro”.

    Michelle Ang ha poi parlato dei momenti finali di Omega nella serie, affermando che “la gravità dei momenti finali ha reso facile la sensazione che quello fosse il culmine di tutto”. È interessante notare che l’attrice ha anche fornito alcune specifiche su un finale alternativo, aggiungendo che “Omega è stata impostata con la possibilità di un futuro molto ampio [nella galassia di Star Wars], e poi è cambiato da lì“. Ang ha descritto questo “nuovo finale” come “agrodolce”.

    Nell’attesa che arrivi il 21 febbraio, di seguito trovate la nostra dettagliata analisi del trailer:

    Insomma, sembra davvero che questa ultima stagione di The Bad Batch ci riserverà momenti emozionanti. Cosa ne pensate delle sue parole? Ditecelo come sempre nei commenti! E continuate a seguirci anche su FacebookYouTubeTik TokInstagram e Twitter per rimanere aggiornati sulle offerte e tutte le novità di Star Wars.

    Fonte

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Star Wars: tutte le mostrine imperiali e i loro significati

    Sin da Episodio IV ci vengono mostrati vari ufficiali...

    The Mandalorian: qualcun altro vuole Baby Yoda morto?

    Fin dal primo episodio di The Mandalorian, The Child,...

    Annunciato il primo vero manga originale di Star Wars!

    Durante la live per il lancio del progetto editoriale...