More

    The Bad Batch 3: la recensione del tredicesimo episodio!

    -

    Torna l’appuntamento settimanale con la terza stagione di The Bad Batch, che ci presenta un tredicesimo episodio davvero ricco di emozioni e tensione (qui trovate la video analisi completa). Di seguito trovate la mia recensione, come sempre prima senza e poi con spoiler!

    The Bad Batch 3×13 – Nella breccia

    the bad batch 3x13 recensione
    Rampart nel tredicesimo episodio

    La puntata, intitolata “Nella breccia” (qui ne trovate la ricca analisi easter egg), ci presenta dal lato della Clone Force 99 una classica situazione starwarsiana che abbiamo visto spesso in moltissime altre opere nel passato. Questo però non rende le vicende ripetitive, poiché è strutturata e costruita talmente bene da alternare momenti rilassanti e anche comici a momenti di massima tensione. Più ci si avvicina alle scene finali e più la preoccupazione cresce, e il climax delle ultime sequenze tiene con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo; il tutto grazie ad una concatenazione di eventi disposti in maniera davvero magistrale.

    Dall’altro lato ci viene approfondita anche la prigionia di Omega, che ovviamente non rimane con le mani in mano e prende di petto la situazione. Questa puntata, attraverso il suo rapporto con i bambini del caveau, ci mostra quanto la ragazza sia cresciuta e maturata nel corso del tempo. Ma ora ne parliamo con spoiler, non proseguite se non avete visto la 3×13 di The Bad Batch!

    L’infiltrazione della Bad Batch

    the bad batch 3x13 rampart
    La Clone Force 99 e Rampart infiltrati nella Stazione orbitale

    Mentre Omega si ambienta nel caveau e comincia ad interagire con i bambini, la Clone Force 99 viene raggiunta da Echo. I nostri, dopo aver prelevato Rampart da Erebus, non hanno intenzione di fermarsi nemmeno per un secondo e sono già pronti per il prossimo step. Come detto dall’ex imperiale, raggiungere Tantiss era complesso e sarebbe stato possibile solo carpendo in tempo reale le coordinate che venivano rilasciate nella Stazione Imperiale 003, nell’orbita di Coruscant.

    Per infiltrarsi nella Stazione orbitale la squadra avrebbe sfruttato Rampart e la sua esperienza. In questo frangente il personaggio è protagonista di molti momenti comici davvero pregevoli, che stemperano la tensione ma mantengono comunque alta la preoccupazione per la difficoltà di quella missione.

    Ovviamente una volta all’interno della Stazione le questioni si complicano, e ricavare le coordinate si rivela più complesso del previsto. La Clone Force 99 avrebbe dovuto materialmente prenderle dal trasporto scientifico prima che compisse il salto, e perciò Echo si sarebbe infiltrato al suo interno. Come se non bastasse, la squadra non poteva comunicare in alcun modo.

    L’escalation delle ultime sequenze è magistrale: ogni secondo è carico di preoccupazione, e la concatenazione di eventi che porta Hunter ed Echo a coordinarsi lascia lo spettatore con il fiato sospeso fino all’ultimo istante. Nonostante tutto, i nostri sono finalmente ad un passo da Tantiss.

    Il piano di Omega

    omega the bad batch 3x13 recensione
    Tutta la sicurezza di Omega

    Mentre la squadra si intrufola nella Stazione, anche Omega su Weyland entra in azione. La narrazione parallela dell’episodio infatti ci mostra come ella entri prima in contatto con i bambini, e poi li rassicuri sul fatto di avere un piano. La ragazza dimostra grande sangue freddo e soprattutto intelligenza tattica, riuscendo ad impossessarsi di uno strumento appuntito e a non farsi notare mentre approfitta di un momento libero per verificare la possibilità di utilizzare il condotto per i campioni.

    Anche queste scene sono ricche di tensione, poiché ella rischia di essere scoperta dalla dottoressa Scalder. Tutto però fila liscio, e Omega è pronta a sviluppare il suo piano. La calma e la sicurezza che infonde ai bambini ci mostrano quanto ella sia ormai cresciuta nel corso delle stagioni. Non è più una bambina sprovveduta e impaurita, ma una ragazza risoluta e sicura dei suoi mezzi e della sua esperienza.

    Da entrambe le parti il dado è tratto, e anche questa 3×13 di The Bad Batch ha apparecchiato perfettamente le vicende per un finale di stagione e di serie ricco di emozioni. Voi cosa ne pensate dell’episodio? Ditecelo come sempre nei commenti! E continuate a seguirci anche su FacebookYouTubeTik TokInstagram e Twitter per rimanere aggiornati sulle offerte e tutte le novità di Star Wars.

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    La spada laser di Luke Skywalker ha un legame con quella di Qui-Gon Jinn? La teoria

    Durante il celebre scontro con Darth Vader in Episodio...

    Star Wars: addio ad Alfie Curtis, interprete del Dr. Evazan

    Star Wars è una saga meravigliosa per moltissimi motivi:...

    The Clone Wars: svelati i possibili archi narrativi dell’ultima stagione!

    La settima e ultima stagione di The Clone Wars...