Tutti sappiamo che George Lucas, ad oggi, non è più parte attiva del processo creativo all’interno di Lucasfilm, dopo la vendita della casa di produzione alla Disney nel 2012. Il regista è comunque sempre una gradita presenza, come testimoniato dalla Star Wars Celebration di Aprile 2017 o dalla sua recente presenza sul set dello spin-off dedicato ad Han Solo. Di recente Mark Hamill ci ha svelato alcune idee che il regista aveva per la trilogia sequel.

Nello specifico, Mark Hamill ha svelato quelli che sarebbero stati i piani di Lucas (se il regista avesse sviluppato la nuova trilogia) in merito ad Episodio IX e in particolare nei riguardi del destino di Luke Skywalker.

Episodio IX e il destino di Luke

influenza di lucas star wars celebration orlando kathleen kennedy george lucas
George Lucas e Kathleen Kennedy alla Star Wars Celebration di Orlando ad Aprile 2017. Da Inverse.com

Mark Hamill ha svelato questi particolari in una intervista a IGN. Secondo l’attore, nelle idee di Lucas per gli episodi VII, VIII e IX Luke Skywalker sarebbe morto nell’episodio conclusivo della trilogia. Ecco le sue parole nello specifico: Ho saputo che George (Lucas) non avrebbe ucciso Luke fino all’episodio IX, dopo aver addestrato LeiaQuesta è un’altra carta che non è stata giocata ne Gli Ultimi Jedi”. Luke, oltre a rimanere in vita fino all’ultimo episodio, avrebbe quindi dovuto addestrare sua sorella per diventare un jedi. Uno sviluppo molto simile a quello conosciuto nelle storie Legends. Tralasciando il fatto che si sia scelto di far morire Luke in Episodio VIII, la questione dell’addestramento di Leia, in piccolissima parte, non è stata del tutto accantonata.

In merito al nuovo canone, sappiamo bene che nel post Endor Leia abbia deciso di dedicarsi esclusivamente alla politica. Ma questo non le ha impedito, come accennato nei romanzi Aftermath e Bloodline, di ricevere un blando addestramento da suo fratello Luke.

Risvolti inaspettati

luke e leia abbraccio set star wars episodio viii informazioni pablo hidalgo
Luke e Leia si abbracciano nel servizio fotografico per Vanity Fair. Imaggine da vanityfair.com

A dimostrazione di ciò non possiamo non far riferimento alla scena di Leia nello spazio, una delle più criticate in Episodio VIII, ma che con tutta probabilità era un rimando a queste brevi lezioni, nonché un possibile collegamento con il futuro. Purtroppo la morte improvvisa di Carrie Fisher ha completamente stravolto quelli che erano i piani per Episodio IX. Anche se fosse stato Lucas a sviluppare la nuova trilogia, le sue idee per l’episodio conclusivo della saga sarebbero state rimaneggiate a causa del tragico evento.

Hamill prosegue così nell’intervista: “George aveva un’idea piuttosto estesa del dove avrebbe voluto condurre la saga con i nuovi episodi – anche se non aveva ancora buttato giù tutti i dettagli. Questa sembra invece più una staffetta; tu corri e poi, una volta terminato, passi la torcia al prossimo, che parte immediatamente”. L’attore si riferisce in ultima battuta alla trilogia portata avanti da J.J. Abrams e Rian Johnson. In episodio VIII Luke “ha passato il testimone”, per utilizzare la stessa metafora di Hamill. Perciò non ci resta che attendere il 2019 per capire quali saranno gli sviluppi conclusivi della trilogia.