Nelle ultime ore una notizia abbastanza clamorosa e importante si è diffusa in merito alle prossime pellicole stand alone di Star Wars: la Lucasfilm ha deciso di bloccarne temporaneamente lo sviluppo. La scelta di mettere in stand-by i prossimi spin-off è da ricercare sicuramente nell’insuccesso al botteghino di Solo: A Star Wars Story che, nonostante si sia rivelato comunque un buon film, ha incassato davvero poco rispetto a quanto previsto e al budget speso.

Il sito Collider ha rilasciato un report abbastanza dettagliato in merito a questa vicenda degli spin-off e alla scelta strategica di Lucasfilm. Andiamo ad analizzarne quindi i contenuti, cercando di capire bene i punti focali della situazione.

Informazioni importanti

spin-off D23 star wars anthology il terzo spin-off
Logo di Star Wars e progetto Anthology

Ecco l’estratto dal report di Collider riguardante le motivazioni della scelta di Lucasfilm: “Potrebbe passare un po’ di tempo prima di poter vedere altri film come Solo: A Star Wars Story. Alcune fonti che sono a conoscenza della situazione dicono che Lucasfilm ha deciso di sospendere i film spin-off, preferendo invece concentrare la propria attenzione su Star Wars: Episodio IX e su quella che sarà la prossima trilogia diretta da Rian Johnson. Le fonti ci dicono che il film di Obi-Wan, quello più accreditato per il 2020, era in fase di sviluppo, ma ora quelli che stavano lavorando al film non sono più coinvolti. Recentemente è stato riportato che il regista di Logan James Mangold era in lizza per scrivere e dirigere il film su Boba Fett, ma questo era stato annunciato prima del rilascio di Solo: ora le cose sono cambiate“.

Queste le motivazioni principali che hanno portato a questa importante scelta. Il sito Star Wars News Net, oltre all’estratto sul report di Collider, ci svela altri retroscena interessanti riguardo la questione di Solo e il futuro della gestione delle pellicole di Star Wars.

Agire con cautela

kasdan ron howard premiere solo Lawrence e Jonathan Kasdan
Lawrence e Jonathan Kasdan insieme a Ron Howard alla premiere di Solo.

Ecco ciò che riporta Star Wars News Net sulla questione: “Alla luce del cambiamento alla regia e della necessità di ricostituire quasi l’intero film, Lucasfilm avrebbe voluto spostare “Solo” a Dicembre 2018, ma la Disney ha deciso che la data non si sarebbe spostata. La nostra fonte ci dice che la Disney ha concesso a Lucasfilm il budget e il tempo necessari per apportare tutti i cambiamenti di produzione di cui avevano bisogno per aggiustare qualsiasi cosa non funzionasse con Solo, ma che la data di rilascio sarebbe rimasta il 25 Maggio. Oltre a ciò, la Disney ha detto a Lucasfilm che non avrebbero permesso a Solo di interferire con i loro piani per Avengers: Infinity War, nel senso che Solo non avrebbe ricevuto alcun trattamento preferenziale nel marketing per recuperare il tempo perduto a causa dei suoi ritardi.

Ecco perché Lucasfilm sta tornando a concentrarsi su un progetto alla volta per media. Quindi in questo momento gli unici progetti in sviluppo sono Episodio IX, la serie animata Star Wars: Resistance e la serie TV live-action di Jon Favreau. La Disney, che in passato ha fatto esperimenti con registi nuovi o inusuali, d’ora in poi sceglierà solo provati talenti veterani che sanno gestire una produzione di Star Wars di grosso budget; questo nel tentativo di prevenire il caos, i drammi o possibili disguidi delle produzioni future“.

Preservare le opere future

futuro star wars lucasfilm presidente petizione e spin-off star wars comic-con
Kathleen Kennedy, presidente di Lucasfilm.
Da: the collectors cantina

Molti potranno pensare che questa notizia sia triste o deludente, ma questa scelta potrebbe rivelarsi una cosa molto buona per il futuro del franchise di Star Wars. Star Wars si è sempre distinto dagli altri franchise in termini di spettacolarità e “sacralità”. Trascende il cinema, al contrario ad esempio del modello Marvel odierno di sfornare film più di una volta all’anno (che per quel tipo di narrazione e franchise funziona perfettamente). Per Star Wars verrà riproposto quindi un progetto cinematografico alla volta, per riaccendere questo spirito di attesa. Certo, è una decisione aziendale, come sempre, ma lo stanno facendo soprattutto per proteggere e preservare il marchio invece di spremerlo fino all’ultima goccia.

La Disney avrebbe potuto facilmente continuare a ordinare progetti, ridurre i budget e cercare di spremere più entrate da quante più storie o rami di storie possibili, ma non agirà in questo modo. Questo è il motivo per cui noi, come fan, dovremmo prendere questa scelta come una grande cosa per Star Wars. Disney avrebbe potuto dire a Lucasfilm che Solo era un progetto sfortunato, e negargli quindi da subito il budget per riprogrammare l’80% del film, ma non l’ha fatto. Perché? Perché preferirebbero ottenere un successo finanziario su un film piuttosto che produrre un prodotto secondario. Ancora una volta, questo è il motivo per cui dovremmo essere felici di questa notizia.

La qualità prima di tutto

titolo e licenziamento di trevorrow episodio ix registi star wars che possono prendere il ruolo
Possibile logo di Episodio IX.

Ovviamente, doveroso ribadirlo, i progetti spin-off sono stati bloccati per i prossimi anni. Questo non vuol dire che siano stati cancellati definitivamente. Semplicemente, come detto, si procederà con calma. Questo ci fa capire, a fronte di tutte le critiche piovute alla Disney in questi anni, che ai piani alti si preoccupano dell’eredità di questo marchio e metteranno la qualità al primo posto, sapendo che nulla è più importante del mantenimento di standard elevati per questo franchise, che i fan reputano molto più che semplici film.

Quindi, da adesso, tutte le attenzioni sono riposte su Episodio IX. Vedremo quali saranno le scelte future in merito alle altre pellicole e agli spin-off. Continuate a seguirci quindi! Vi terremo costantemente aggiornati su questa e tutte le altre novità riguardanti l’universo di Star Wars.

Fonte: Star Wars News Net