Star Wars avrà un nuovo gioco nella sua lista. L’E3 2018, l’indiscutibilmente più importante fiera videoludica al mondo, ci ha consegnato una nuova speranza per i nostri salotti e per le nostre postazioni master race piccole o grandi. Star Wars Jedi: Fallen Order è il titolo di quello che sarà a fine 2019 il nuovo gioco di Star Wars. Ma cosa possiamo estrapolare dalle poche informazioni in nostro possesso per capirne qualcosa di più?

Tutto ciò che ci è concesso fare sono congetture, sia chiaro; ma lavorare di fantasia non è mai costato nulla giusto? Per questo proveremo ad immaginare cosa ci aspetterà a Natale 2019 e cosa comporterà questo gioco.

Un titolo e una data eloquenti

battlefront II star wars nuovo aggiornamento caccia ewok
Battlefront continua a cambiare faccia nel corso del tempo, ma quanto tempo ha ancora?

Ci sono due grandi informazioni sottintese in questo annuncio che sono però limpide come l’acqua delle spiagge di Scarif. Prima informazione: non ci sarà un Battlefront III. Per tutte le polemiche che hanno accompagnato l’attuale Battlefront c’era anche da aspettarselo, ma la strategia della EA è chiara, il gioco ha fatto il suo tempo. Se dovessimo infatti seguire la classica cadenza biennale di uscita, un eventuale terzo capitolo sarebbe dovuto uscire proprio nel periodo di Fallen Order, e siccome entrambi non possono coesistere potremo dire addio all’attuale franchise di punta dei giochi di Star Wars. Questo però non significa una fine sicura per la saga di Battlefront. Potrebbero continuare a supportare il secondo capitolo per un tempo maggiore di quanto fatto con il primo e continuare a cambiare il suo assetto con continui aggiornamenti pianificati.

Eppure, tutti gli indizi portano a considerare un eventuale abbandono da parte di EA. Staremo a vedere. Seconda grande informazione. Star Wars Jedi: Fallen Order sarà una nuova serie di titoli. Quel Jedi prima dei due punti sta proprio ad indicare questo, ovvero la creazione di un nuovo brand caratteristico associato ai videogiochi di Star Wars. Aspettiamoci dunque di vedere una storia con un finale aperto, che potrà continuare o no a seconda che le vendite e il riscontro di pubblico siano positive o meno.

Il gioco che sarà

starkiller il potere della forza gioco star wars
Galen Marek, alias Starkiller in Star Wars: Il Potere della Forza II, alcune sue meccaniche potrebbero tornare in questo nuovo gioco.

Per quanto riguarda il gioco in sé e ancora presto per sbilanciarsi sulle meccaniche. Ciò di cui possiamo dirci certi per ora è solo l’ambientazione e la sicura presenza di una campagna giocatore singolo. Tutto il resto rimane un grosso punto interrogativo. Respawn Entertainment, lo studio recentemente acquistato da EA e incaricato dello sviluppo del progetto, è famosa per un unico grande franchise: Titanfall. Si tratta di un gioco di guerra futuristico basato su meccaniche sparatutto molto arcade incentrato sulla gestione di grossi robot bipedi. Il primo e il secondo capitolo hanno riscosso un grande successo di critica e di vendite con un team di lavoro ridotto solo a 65 persone e un grosso uomo alle loro spalle, un certo Vince Zampella co-fondatore di Infinity Ward, lo studio che insieme ad Activision ha messo su i primi Call of Duty.

Da tutto questo background, poco si può dire sull’aspetto Starwarsiano del gioco, ma molto si può dire, invece, sulla qualità che ci dovremmo aspettare dal gioco stesso. Se dovessi fare una scommessa, probabilmente opterei per un gioco che richiami le meccaniche viste ne Il Potere della Forza, con un equipaggio di una nave, tanti pianeti, una storia avvincente, e soprattutto tanta tanta Forza e tante tante spade laser; ovvero ciò che Battlefront ci ha fatto mancare.

Il fratello minore

ragtag star wars visceral games gioco cancellato ea
Il protagonista del gioco Ragtag e gli altri coprotagonisti del praticamente defunto gioco di Visceral Games.

Questo gioco, infine, ci porta ad un ulteriore amara conclusione. Il progetto Ragtag è in fase terminale. Per chi non lo sapesse, si tratta di un gioco in sviluppo presso lo studio Visceral, prima che chiudesse i battenti, ed era caratterizzato da una storia lineare in singleplayer incentrate sulle avventure di un criminale e la sua banda su Tatooine. Il gioco era già in sviluppo da qualche anno, quando la EA ha comunicato che sarebbe stato “convertito” in un open-world diverso dal progetto originale. Ora che abbiamo la data di uscita di Star Wars Jedi: Fallen Order, probabilmente se il progetto Ragtag verrà ultimato, e ci sono dei forti dubbi in merito, allora sarà per forza di cose nel 2020.

Alla fine, possiamo dirci felici per questo annuncio? Certo che sì. Quasi sicuramente questo Fallen Order entrerà nel canone con un intervento a gamba tesa presentando nuovi personaggi ma donandoci uno sguardo anche sulle primissime fasi dell’Impero e sulle azioni e movimenti dei vari personaggi importanti dell’epoca… Parlo di Palpatine, Obi-Wan, Yoda, Darth Vader o forse Ahsoka… Chi lo sa! Aspettiamo con trepidazione qualcosa in più.