Il mondo di fantascienza di Star Wars, o di Guerre Stellari, per chi non andasse d’accordo con i nostri cari amici d’oltremanica, è letteralmente un universo di tematiche ed argomenti. Quest’ultimo spazia in lungo e in largo e da decenni appassiona intere generazioni di persone di ogni parte del globo.

Ma volendo guardare a questo mondo con un occhio più analitico, molte volte mi sono soffermato a pensare. A cosa il sommo George Lucas ha attinto per realizzare “l’opera magna” della fantascienza che oggi noi consideriamo la nostra bibbia?. Pertanto mi sono posto la seguente domanda: la “galassia lontana lontana” è davvero così distante, da quelle che sono le argomentazioni letterali e scientifiche della nostra cultura?

Immediatamente, o almeno subito dopo aver avuto la scintilla, nella mia mente ho cominciato a individuare quelli che potevano essere i collegamenti; a quali fonti l’Opera Lucasiana attingesse a piene mani: Vediamoli insieme!

Guerre Stellari nella Letteratura Italiana

star wars antieroe fantascienza darth vader
L’Antieroe Lucasiano per eccellenza: Darth Vader, personaggio duplice e che letteralmente indossa una “maschera”

Uno dei primi riferimenti alla fantascienza l’ho subito individuato nella tematica dell’Antieroe, ampiamente presente grazie al personaggio principe della saga, Darth Vader. Tale tema lo ritroviamo ampiamente affrontato negli scritti di uno degli autori più importanti della letteratura italiana del Novecento: Luigi Pirandello. In particolare nel suo romanzo “Il Fu Mattia Pascal“, dove le tematiche dell’inettitudine e del doppio pervadono tutta l’opera.

In relazione con il personaggio di Vader, Mattia Pascal, risulta essere con le sue azioni un perfetto antieroe. Un personaggio protagonista che manca di alcune delle tradizionali qualità dell’eroe, come altruismo, idealismo, coraggio, nobiltà e forza d’animo, bontà; oppure dimostra qualità opposte.

Inoltre esattamente come Vader, anche Mattia Pascal si configura come un personaggio duplice. Inizialmente in possesso di una vita ed identità diversa, poi costretto a cambiarla e nasconderla, indossando una “maschera“. In seguito ad un evento critico della sua vita, assumerà di conseguenza la nuova identità; identità che conserverà quel dualismo, la quale caratterizza profondamente il personaggio.

Guerre Stellari nella Letteratura Latina e Greca

star wars fantascienza graeca urbs morte nera satyricon
Parallelismo tra la “Graeca Urbs” e la Morte Nera

Un’altra interessante analogia all’opera di fantascienza la ritroviamo nella presenza del tema della “trappola“, infatti la presenza della Morte Nera, la celebre stazione da battaglia spaziale, dotata dei suoi temibili armamenti, può essere paragonata alla “Graeca Urbs“, città del peccato, piena di tranelli e pericoli, del Satyricon, opera rappresentativa dell’autore Latino Petronio.

Rimaniamo ora nel contesto della fantascienza e della letteratura, ma ci spostiamo in quella Greca. Di un certo spessore è il parallelismo che ho potuto individuare tra Vader e Giasone, eroe degli Argonauti, inviati alla conquista del vello d’oro. Esattamente come Vader, anche Giasone è un antieroe, che non persegue quelle doti canoniche che l’eroe deve possedere.

Star Wars e la Scienza

star wars fantascienza isaac asimov io, robot c-3po r2d2
Da sinistra: Isaac Asimov, un frame del film “Io, robot”, trasposizione cinematografica dell’opera più importante dell’autore e i celebri droidi C-3PO e R2-D2

Spostandoci sul versante scientifico con un volo pindarico, ho subito individuato una relazione tematica tra Star Wars e gli scritti di Isaac Asimov, scrittore e scienziato russo, naturalizzato statunitense. I temi dell’energia elettrica e dell’AI, intelligenza artificiale, sono anche pietre miliari di Guerre Stellari, per la presenza di un mondo di fantascienza popolato da automi, robot umanoidi e droidi, spade laser e per la presenza di mezzi spaziali dotati di elaborate tecnologie futuristiche.

Curiosa è la relazione che ho trovato tra Star Wars e l’apparato respiratorio che riveste una posizione importante, in quanto protagonista di una delle caratteristiche fisiche più iconiche della storia del cinema, in particolare in quello di fantascienza: il respiro di Lord Vader!

Star Wars nella Letteratura Inglese

star wars fantascienza orwell 1984 grande fratello darth vader parodia
Nell’immagine a partire da sinistra: uno dei passi più significativi del romanzo Orwelliano: 1984 e due parodie del “Grande Fratello”

Non da meno è il paragone che ho effettuato tra il totalitarismo presente in Guerre Stellari, ovvero l’Impero Galattico e quello presente nell’opera più importante dello scrittore inglese George Orwell, 1984, opera distopica e di fantascienza, dove il suo “Grande Fratello” commette ingiustizie, abusi di potere, crimini e violenza alla stessa stregua dell’Impero.

Guerre Stellari nella Storia e nell’Arte

star wars fantascienza parallelismo aeropittura futurista millennium falcon
Parallelismo grafico tra “Incuneandosi nell’abitato-1939” di Tullio Crali e un frame raffigurante il Millennium Falcon

Ancora, lo stesso Impero è paragonabile con quelle che sono le grandi dittature del 900, il Nazismo e il Fascismo. Tale paragone è tale, seppur con le dovute differenze, ideali, strategie programmatiche e militari d’azione.

Nel panorama artistico e di fantascienza, diverse sono le relazioni che ho potuto individuare, in primo luogo, la tematica della guerra, intrinseca all’opera di Lucas. Tale tema permette un interessante paragone con il movimento artistico dell’Aeropittura Futurista; il quale condivide con Star Wars, i temi simbolo dell’aeromobile stesso, della velocità, della voglia di rappresentare il dinamismo e della modernità.

Inoltre altro dogma del movimento è la celebrazione del pilota e permettetemi di dire se Han Solo e il buon Chewbecca, a bordo del Millennium Falcon che compiono il salto nell’iperspazio, non sia una scena che possa essere messa in paragone con le idee di questo movimento artistico del 900.

Ancora piccole Curiosità Storiografiche…

star wars fantascienza parallelismo soldati cloni
A sinistra: somiglianze tra lo schieramento dei soldati tedeschi e quello dei cloni. A destra: somiglianze tra l’attacco dei soldati americani e quello dei cloni

Rimaniamo adesso in tema di guerra e conflitti. Palesi sono le citazioni che appaiono nella saga di fantascienza con i diversi conflitti bellici della storia dell’umanità degli ultimi secoli. Lo stesso Lucas ha dichiarato in varie interviste che vi è un parallelismo tra la Seconda Guerra Mondiale e La Guerra Dei Cloni.

Inoltre, sempre su dichiarazioni di Lucas, diverse battaglie e combattimenti mostrati nei film della saga, sono stati girati ispirandosi ai combattimenti aerei e di fanteria del Secondo Conflitto Mondiale, della Guerra Del Vietnam e della più recente Guerra d’Iraq.

Star Wars e i riferimenti al Panorama Filosofico

star wars fantascienza filosofia yoda luke skywalker
Il Maestro Jedi Yoda e il suo allievo Luke Skywalker, durante l’addestramento su Dagobah

Di un certo rilievo è l’ultimo ambito tematico su cui mi sono focalizzato, in relazione alle pellicole di fantascienza: la filosofia. Nella trilogia originale ad esempio, è presente “Il complesso di Edipo“, concetto sviluppato dal psicoanalista e filosofo, Sigmund Freud, facilmente individuabile nel conflitto genitoriale tra Vader e Luke, prima l’Agnizione, “No, Io sono tuo padre!“; poi con il conseguente Parricidio, ovvero uccisione del padre. Ancora, il rapporto prima amoroso, poi di famiglia e di sangue tra Luke e Leila, configurandosi cosi il concetto freudiano di Incesto.

Infine la stessa Forza, elemento mistico e di fantascienza che pervade e lega tutto quanto nell’universo, appannaggio dei Jedi, ha le sue origini nella dottrina orientale della filosofia taoista, dove inoltre la concezione del bene e del male sono rappresentate dallo Yin e lo Yang, principi cardine che mantengono l’ordine naturale, complementari, così come la luce e l’oscurità, il Lato Chiaro e il Lato Oscuro della Forza, le due fazioni ideologiche presenti alla base dell’universo di Star Wars.

 

Ed è così che termino il mio viaggio, letteralmente in questa “galassia di temi“, augurandovi il più famoso ma non scontato dei congedi: CHE LA FORZA SIA CON VOI, o meglio CHE L’INSOLENZA SIA CON VOI!

Written and Directed by

GIUSEPPE ANGIULLI