La maratona di Star Wars è una tappa obbligata per ogni fan che si rispetti. Alcuni la fanno solo per le grandi occasioni (prima dell’uscita di un nuovo capitolo), altri una volta all’anno, altri ancora più spesso. E’ un gesto che tutti noi fan, chi più chi meno, facciamo da anni. E se vi dicessimo che c’è qualcuno che pagherà 1000 dollari a chi ne farà una completa? Mettendo inoltre in palio una montagna di premi? Non ci credete? Vediamo insieme di cosa si tratta!

Una maratona di valore

in che ordine guardare i film di star wars
Episodi in ordine di uscita

La compagnia americana CableTv, in occasione dell’uscita di Episodio IX: The Rise of Skywalker, pagherà 1000 dollari ad un vincitore che farà la maratona completa della saga entro il 20 Dicembre (data di uscita del film negli USA). I requisiti per partecipare sono semplici: avere più di 18 anni, essere cittadino americano (purtroppo) ed avere un profilo Twitter attivo in cui pubblicare la live della maratona taggando CableTv. Va bene anche essere attivo su altri social come Twitch, Reddit, ecc.

Ovviamente la maratona dovrà essere continuativa: 22 ore e 25 minuti di immersione nella Galassia lontana lontana, completando la visione degli otto episodi della saga più i due spin-off Solo e Rogue One. Per la visione l’utente potrà scegliere l’ordine che preferisce.

Oltre ai mille dollari, già di per sé una vincita succulenta, la compagnia mette in palio altri fantastici premi per la riuscita dell’impresa: tutti i dieci film in Blu-ray, un Blaster Nerf Han Solo, una tuta di Chewbacca e un porta popcorn di R2-D2. Le domande si chiudono il prossimo 11 Dicembre, e possono essere compilate sul sito dedicato al concorso.

Insomma, un’iniziativa pazzesca! Peccato che sia preclusa a noi italiani. Cosa ne pensate della questione? Riuscireste a completare le 22 ore di visione? Ditecelo come sempre nei commenti. Nell’utopica attesa che un evento simile si svolga anche in Italia, continuate a seguirci! Vi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità riguardanti Star Wars.