Saturn Awards 2018: premiati The Last Jedi e Rebels

Star Wars: in sviluppo un film su Darth Bane?

Darth Bane è uno dei Sith più conosciuti e amati dai fan di Star Wars: fu lui a creare la Regola dei...

Kix: l’incredibile storia dell’ultimo clone

I soldati cloni, uomini nati con il solo scopo di combattere e difendere la Repubblica, ma che infine saranno essenziali per la...

The Clone Wars: ecco gli splendidi Funko Pop della settima stagione! (Foto)

La settima e ultima stagione di The Clone Wars ha chiuso in maniera spettacolare la serie, collegandosi splendidamente con Episodio III. Di...

Proprio ieri, in data 27 Giugno 2018, si è svolta la 44esima edizione dei Saturn Awards. Il Saturn Award è un premio assegnato ogni anno dai membri dell'”Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films” alle migliori opere di fantascienza, fantasy e horror, relativamente a film, serie TV e home video. In questa edizione sono state premiate le opere uscite da Febbraio 2017 a Febbraio 2018.

Tanto Star Wars nell’edizione di quest’anno: il nostro franchise ha portato a casa ben quattro statuette; tre per The Last Jedi e una per la serie animata Star Wars Rebels. Vediamo in quali categorie sono stati assegnati i premi.

I premi ai Saturn Awards

E’ stato il regista di The Last Jedi Rian Johnson ad aggiudicarsi la prima statuetta nella categoria “Miglior sceneggiatura”, ovviamente per Episodio VIII. Altro importante riconoscimento è andato a Mark Hamill, che ha vinto il premio come Miglior attore per The Last Jedi. L’interprete di Luke Skywalker ha dovuto vedersela con altri grandi attori, nello specifico: Chadwick Boseman in Black Panther; Ryan Gosling in Blade Runner 2049; Hugh Jackman in Logan – The Wolverine (Logan); Daniel Kaluuya in Scappa – Get Out (Get Out); Andy Serkis in The War – Il pianeta delle scimmie; e Vince Vaughn in Cell Block 99 – Nessuno può fermarmi. Una vittoria che, a fronte del prestigio degli sfidanti, è ancor più importante.

L’altro premio di The Last Jedi è stato vinto da Bob Ducsay per il Miglior montaggio. Per il secondo anno di fila, poi, Star Wars Rebels ha vinto il premio nella categoria Miglior serie TV animata. La cosa che ha sorpreso tutti è stata che Dave Filoni ha ritirato il premio senza il suo immancabile cappello; ma ciò che non gli manca mai è il suo memorabile sorriso.

Un bel bottino per Star Wars a questa manifestazione, non c’è che dire! Molto significativi i primi due premi per The Last Jedi, che vedono sicuramente valorizzato un lavoro troppo spesso criticato senza valide argomentazioni, se non l’odio. Voi cosa ne pensate di questi premi? Ditecelo come sempre nei commenti. Continuate a seguirci! Vi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità riguardanti l’universo di Star Wars.

Fonte: Star Wars News Net

128,191FansLike
32,682FollowersFollow
612FollowersFollow

Star Wars: in sviluppo un film su Darth Bane?

Darth Bane è uno dei Sith più conosciuti e amati dai fan di Star Wars: fu lui a creare la Regola dei...

Rahul Kohli interpreterà Ezra Bridger in The Mandalorian?

Il prossimo 30 Ottobre verrà rilasciata la seconda stagione di The Mandalorian, che si prospetta ricca di sorprese e soprattutto di new...

The Clone Wars: ecco gli splendidi Funko Pop della settima stagione! (Foto)

La settima e ultima stagione di The Clone Wars ha chiuso in maniera spettacolare la serie, collegandosi splendidamente con Episodio III. Di...

Episodio V: il ritorno al cinema è un successo, ecco le cifre

In occasione del quarantennale dell'uscita di Episodio V: L'Impero Colpisce Ancora era previsto un ritorno in grande stile nelle sale lo scorso...

Svelata la prima immagine ufficiale di Rosario Dawson come Ahsoka?

L'attesa per la seconda stagione di The Mandalorian, che approderà su Disney Plus il prossimo 30 Ottobre, diventa sempre più snervante. Questo...
  1. TLS è un film ignobile che ha portato alla rovina un franchise che continuava ad avere miliardi di fan e di incassi nonostante Lucas avesse già fatto tutto il possibile per affossarlo. Il fatto che la Disney si sia comprata un premio (abbastanza sconosciuto peraltro, non è mica un Oscar) per cercare di dimostrare qualcosa non cambierà lo stato delle cose. Cappellini, occhiali da sole, giocattoli e gadget vari con il marchio Star Wars giacciono invenduti nelle ceste della vergogna da mesi nei centri commerciali. Sono riusciti a trasformare Star Wars in qualcosa di completamente insignificante persino per i fan più accaniti (come il sottoscritto).

  2. Ammetto che il primo impatto con TLJ non è stato dei migliori. Ho faticato non poco a comprendere ed accettare la visione di Rian, ma a distanza di sei mesi posso dire di esserne totalmente conquistato: le riflessioni sull’importanza del fallimento e sul valore del sacrificio, la dissacrazione irriverente del mito dell’Eroe e dei dogmi della religione Jedi, la distruzione dell’albero di Uneti, a dimostrazione che è tempo di guardare oltre una pila di vecchi libri…

    Mi tornano in mente le parole di Yoda in ROTS: “Il mio fallimento questo è stato. Fallire i Jedi ho fatto. Troppo vecchio ero. Troppo rigido. Troppo arrogante per vedere che la vecchia via non è l’unica via. Questi Jedi, che addestrai a diventare i Jedi che avevano addestrato me, a un’epoca diversa appartenevano. Cambiata è la galassia. Cambiato non è l’Ordine dei Jedi… perché permesso di cambiare non gli ho.”

    Al netto di alcune scelte discutibili alle quali si sarebbe potuto ovviare in fase di montaggio (quei trenta secondi di troppo nel dialogo iniziale tra Poe e Hux), per me è uno degli episodi più profondi e densi di significato dell’intera saga, e trovo che i premi alla miglior sceneggiatura e al miglior attore siamo ampiamente meritati. Bravo Rian e complimenti, come sempre, a Mark Hamill.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here