Le recenti rivelazioni sulla natura del corpo di Palpatine in The Rise of Skywalker hanno cambiato anche le cose riguardanti suo figlio, una figura ancora avvolta nel mistero. Di recente un’altra incredibile rivelazione ha fatto luce proprio sulle origini e l’identità del padre di Rey: vediamo il tutto di seguito.

Il “figlio” di Palpatine

Come per tutte le altre rivelazioni, anche questa arriva dalla novelization di Episodio IX. Grazie a questo romanzo abbiamo scoperto che il corpo che ospita lo spirito di Palpatine è un clone, e che l’Imperatore poco prima di morire ci ha trasmetto dentro la sua coscienza e il suo spirito (ve lo spieghiamo in maniera approfondita negli articoli ai link corrispondenti). Considerando queste questioni, era inevitabile che la cosa avrebbe toccato anche il figlio di Palpatine. E difatti scopriamo che costui è un clone “fallito” di Sidious, come potete leggere nel pezzetto del romanzo corrispondente:

“Niente funzionò, ma i loro sforzi non furono vani. Un filone genetico visse, e proliferò anche. Un clone non proprio identico, suo “figlio”. Ma lui era un inutile e impotente fallimento. Palpatine non sopportava nemmeno di guardare un fallimento così deludente. L’unico valore del ragazzo sarebbe stato quello di continuare la linea di sangue con metodi più naturali.

Ora il quadro è completo: ecco perché Sidious cercava disperatamente Rey, non solo per i suoi poteri ma anche e soprattutto perché non era un suo clone ad essere destinato a diventare “l’involucro perfetto”, ma il prodotto di una discendenza naturale di sangue. Cosa ve ne pare di questa rivelazione sul padre di Rey? Vi intriga saperne di più? Ditecelo come sempre nei commenti! Continuate a seguirci su Facebook e Instagram, vi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità riguardanti Star Wars.

Fonte: CB