More

    Rivelata la reazione di Leia alla scoperta che Darth Vader è suo padre

    -

    In Star Wars: Episodio VI – Il Ritorno dello Jedi, Luke rivela a Leia la verità su suo padre e sul fatto che sono fratello e sorella. Quest’ultima dice di aver sempre saputo del loro legame, ma appare sconvolta invece in merito a Vader. Fino ad oggi non avevamo mai potuto esplorare le sensazioni di Leia alla verità sul suo padre biologico, e finalmente il nuovo romanzo The Princess and the Scoundrel ce le rivela. Vediamole di seguito!

    Le reazioni di Leia

    the princess and the scoundrel leia
    Copertina del romanzo The Princess and the Scoundrel

    Un accenno di ciò che pensò Leia su suo padre biologico lo troviamo nel romanzo Bloodline, ambientato però 24 anni dopo le vicende di Endor. In The Princess and the Scoundrel abbiamo invece una “testimonianza” derivante proprio dai momenti successivi alla Battaglia di Endor. Ecco l’estratto corrispondente:

    I fuochi si erano spenti, il fumo si disperdeva nel cielo notturno molto prima che potesse raggiungere le innumerevoli stelle scintillanti che brillavano tra le chiome degli alberi. La mano di Leia passò sui caschi bianchi e neri degli stormtrooper e dei combattenti imperiali che gli Ewok avevano trasformato in una batteria improvvisata. Aveva riso e ballato insieme a tutti gli altri quando i fuochi erano accesi e le bevande scorrevano liberamente.

    Ma ora la sua mano indugiava sui graffi e sulle ammaccature di un elmo che prima era bianco e splendente.

    Sotto quell’elmo c’era stata una persona, un essere vivente.

    Il nemico.

    Qualcuno che avrebbe sparato per uccidere – qualsiasi ribelle, ovviamente, ma Leia sapeva che la sua morte sarebbe stata il culmine della carriera di uno stormtrooper. Qualcuno ha sparato a questa persona prima che potesse sparare a lei. E poi l’elmetto del soldato morto era stato strappato dalla testa e sbattuto come un tamburo.

    Si chiese chi fosse il soldato. Forse qualcuno indottrinato da bambino? Succedeva abbastanza spesso. Qualcuno proveniente da un mondo occupato, costretto a prestare servizio? Questo soldato d’assalto aveva scelto la strada che lo aveva portato alla morte e alla derisione su una luna boscosa, o era stato semplicemente sfortunato?

    Le sue dita scivolarono sulla superficie scrostata dell’elmetto, ma la mano si bloccò prima di toccare quella successiva.

    Nero.

    Non era il suo elmo, lo sapeva. La notte faceva apparire il grigio-verde dell’elmetto dell’operatore dell’AT-ST più scuro di quanto non fosse, e la forma era simile ma ancora nettamente diversa.

    Una mano si posò sulla spalla sinistra di Leia, con dita ferme, tirandola indietro. Leia inspirò a fatica: il tocco era troppo familiare. La mano la tirò indietro con la stessa pressione di prima, la stessa distanza tra le dita, una dolorosamente sulla clavicola, e quando lei rabbrividì al tocco, lo stesso sfregamento morbido, quasi dolce, di un pollice contro la scapola.

    “Sono solo io”, disse la voce di Luke, con la preoccupazione impressa sul volto quando lei si scostò e si girò verso di lui.

    Solo Luke. Suo fratello.

    Il figlio di Darth Vader.

    “Puzzi di…”

    “Fumo?” Luke tirò a indovinare. “Lo facciamo tutti”. Tentò un sorriso, ma Leia non lo ricambiò. Perché l’odore che si era attaccato alla tunica nera di Luke non era lo stesso del fumo che ancora aleggiava nel villaggio Ewok di Bright Tree. Il suo fetore le dava il voltastomaco, insieme all’idea che, mentre lei ballava, lui era andato a fare una pira funeraria a Darth Vader.

    Tuttavia, quando lo guardò negli occhi, vide solo Luke. Ed era triste.

    “L’intera galassia ha festeggiato mentre tu eri in lutto”, disse Leia con dolcezza.

    Luke scosse la testa. “Non ero l’unico a piangere”.

    Leia lanciò un’occhiata all’elmetto dello stormtrooper. “No, immagino di no”.

    “Come stai?” La voce di Luke era sincera, ma Leia non era sicura di come rispondergli. Doveva essere un trionfo, ma in realtà si sentiva solo confusa. Non solo per quello che Luke le aveva detto sulla sua discendenza: il loro legame era qualcosa che sentiva da tempo, ed era stato facile accettare Luke come suo fratello. Non voleva pensare a ciò che questo significava per suo padre biologico. No, non era solo quello.

    “È la Forza, non è vero?”. Chiese Luke.

    Leia annuì. Aveva detto a Luke che non capiva – non poteva capire – il potere che lui aveva, ma lui sembrava stranamente calmo e fiducioso che lei potesse davvero esercitare la Forza come lui. Leia poteva anche non avere una vera esperienza con la Forza, ma non si poteva negare il potere che Luke aveva… il potere che anche lei sentiva, come un battito d’ali di farfalla ai margini della sua coscienza. In attesa che lei lo cogliesse.

    “Mi ha detto di dirti…” Luke iniziò, ma la testa di Leia si alzò di scatto, con gli occhi feroci che lo fissavano.

    “Non farlo”, lo avvertì.

    “Sono state le sue ultime parole. Voleva che ti dicessi…”.

    “Non mi interessa”.

    “Era buono”, insistette Luke. “C’era ancora del buono in lui, dopo tutto…”.

    Mio padre era buono, pensò Leia, ma nella sua mente immaginava Bail Organa, non Darth Vader. Pensare a Bail le fece pensare a Breha, sua madre. Alla sua casa. A tutto ciò che aveva perso.

    Quando aveva parlato con Luke all’inizio della serata, Leia gli aveva detto di ricordare la madre che condividevano, la loro madre naturale. Si trattava di immagini vaghe, di sensazioni, in realtà, niente di più. Ma aveva un ricordo: di amore, di vicinanza, di cose che non poteva descrivere. Era impossibile esprimere a parole i suoi sentimenti, ma non poteva negare la loro verità. Si sentiva come… una connessione, un legame fatto di luce.

    Eppure Luke, che era un Cavaliere Jedi, forte nella Forza, non aveva alcun ricordo della donna che li aveva messi al mondo entrambi.

    Aveva ricordi del loro padre? Era per questo che era così capace di perdonare quel mostro che era Darth Vader? Erano stati separati alla nascita, non solo l’uno dall’altro, ma anche dai loro genitori biologici. Forse Leia aveva un legame con la madre e Luke con il padre.

    Leia trattenne una risata amara. Forse non era così profondo. Forse si trattava solo del fatto che Luke non era mai stato torturato dal loro padre biologico come lo era stata lei.

    “Cosa succederà adesso?” Chiese Luke.

    Leia lo guardò. Da quando era diventato Cavaliere Jedi, era sempre sembrato così calmo, così sicuro della sua direzione.

    Ora non ne era più sicuro. I suoi occhi cercarono i suoi. Sta aspettando che io decida il mio destino prima di scegliere il suo, si rese conto. Il loro legame di sangue poteva essere una nuova conoscenza, ma lui era anche suo amico. I fili del destino che li avevano spinti in direzioni diverse potevano essere riannodati.

    Oltre Luke, nell’ombra, Leia vide la sagoma di qualcun altro. Han era illuminato da una fiaccola, ma lei ne riconobbe le spalle e la postura. Era presuntuoso, anche quando nessuno lo guardava. Quando i suoi occhi si posarono su di lei, si diresse direttamente verso di lei, con i piedi che battevano forte sulle assi traballanti della passerella tra le abitazioni sugli alberi.

    Leia non aveva idea di cosa sarebbe successo domani, o il giorno dopo, o quello dopo ancora. Ma mentre lasciava Luke nell’ombra e incontrava Han sul ponte, sapeva esattamente cosa sarebbe successo stanotte.

    Sensazioni traumatiche

    bloodline star wars
    Copertina del romanzo Bloodline

    Se avete letto Bloodline, ricorderete quanto Leia a distanza di decenni fosse ancora traumatizzata da suo padre biologico per le torture che lui le aveva inflitto, e che non accettò mai la visione di Luke e la sua redenzione. Questo estratto di The Princess and the Scoundrel si lega perfettamente con Bloodline, e ci svela molti dettagli in più di quei momenti. Compreso il fatto che, almeno quella sera, Leia non volle ascoltare le ultime parole di suo padre.

    Il nuovo romanzo di Beth Revis uscirà in lingua originale il prossimo 16 Agosto, e oltre a questo ci narrerà moltissimi altri retroscena canonici, come anche il matrimonio tra Han e Leia. Una lettura davvero imperdibile! Cosa ne pensate di questo estratto? Ditecelo come sempre nei commenti! E continuate a seguircianche su FacebookYouTubeInstagram TwitterVi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars. Potete preordinare qui il romanzo:

    Fonte dell’estratto

    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Obi-Wan Kenobi: analisi dettagliata del primo trailer della serie

    Finalmente, dopo tanta attesa, è stato rilasciato un primo...

    I 5 brani imprescindibili della colonna sonora di Star Wars

    La colonna sonora di Star Wars... Beh ragazzi, sono...

    Lando Calrissian potrebbe tornare in Episodio IX

    Lando è un personaggio che in molti tra i...