More

    Rian Johnson parla delle sue scelte forti per il finale di Episodio VIII

    -

    Ancora oggi Episodio VIII rappresenta uno dei film più divisivi nel fandom di Star Wars, tra chi lo ama e chi lo odia. Questo anche per le scelte forti compiute dal regista Rian Johnson, soprattutto nel finale. Di recente quest’ultimo è tornato a parlarne: vediamo di seguito le sue parole!

    Le scelte di Rian Johnson

    james gunn trilogia spin-off parere vecchia repubblica serie tv e nuova trilogia rian johnson teorie e regia the last jedi star wars gli ultimi jedi
    Il regista Rian Johnson.

    Tutti sapevamo che Gli Ultimi Jedi sarebbe stato il capitolo intermedio di una trilogia, ma Rian Johnson ha recentemente ricordato come non si sia mai avvicinato alla sceneggiatura con l’intento di stuzzicare punti di trama per un film futuro, considerando invece il finale del film come simile ad un “funerale vichingo”. Rispetto al finale del film precedente, Il Risveglio della Forza, le cose si concludono in modo molto più completo.

    Per quanto riguarda il film di Star Wars che ho fatto, ho cercato di dargli un finale da urlo. Amo talmente tanto i finali che anche facendo il capitolo centrale della trilogia ho cercato di dargli un finale“, ha spiegato Johnson a The Atlantic. “Un buon finale che ricontestualizza tutto ciò che lo ha preceduto e lo rende un bellissimo oggetto a sé stante: è questo che rende un film un film. Sembra che ce ne siano sempre meno. Questa idea velenosa di creare [proprietà intellettuale] si è completamente insinuata nella base della narrazione. Tutti pensano solo: “Come possiamo continuare a sfruttarla? Mi piace un finale in cui si brucia la barca vichinga in mare.

    Rian Johnson ha fatto questi commenti quando ha parlato di Glass Onion: A Knives Out Mystery, il sequel del suo giallo del 2019 Knives Out. Quest’ultimo film di Benoit Blanc infatti, secondo la sua concezione, è destinato ad essere una storia a sé stante, al punto che Johnson si rammarica che sia stato inserito “Knives Out” nel titolo del film.

    Ho cercato in tutti i modi di renderli autonomi. Onestamente, sono arrabbiato per il fatto che il titolo del film sia “A Knives Out Mystery”“, ha detto il regista. “Voglio che si chiami semplicemente Glass Onion. Lo capisco, e voglio che tutti coloro che hanno apprezzato il primo film sappiano che questo è il prossimo della serie, ma anche che il fascino per me è che ogni volta si tratta di un nuovo romanzo dallo scaffale. Ma c’è una gravità di mille soli verso la narrazione a puntate“.

    A nostro parere, Episodio VIII ha dimostrato di avere un’ottima e marcata identità, ed è un peccato che il nono film abbia contrastato molte delle scelte narrative attuate nel finale de Gli Ultimi Jedi. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere come sempre nei commenti! E continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram TwitterVi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

    Fonte

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    I Jawa e la loro vita su Tatooine

    I jawa (o Java nella traduzione italiana) sono probabilmente...

    The Mandalorian: la recensione del terzo episodio!

    Una settimana dopo il secondo episodio, è arrivato su...

    Recensione – Star Wars Rebels

    La serie Star Wars Rebels è uno dei primi...