In Star Wars ogni personaggio ha una sua dignità. Dal protagonista al personaggio secondario, persino chi appare in una manciata di fotogrammi come comparsa, si scopre essere un’importante pedina dell’universo. Forse è questo che rende il mondo di Star Wars tanto bello e diverso dalle molte altre saghe. La vastità può sembrare profondissima; ma ogni volta che si vuole, si può entrare nel dettaglio. Così si comprende l’umanità dei vari eroi e non.

Ma ci sono dei casi in cui, nonostante l’importanza rivestita da un personaggio, questo viene approfondito meno di altri. Il caso più eclatante in questo senso è sicuramente quello del Maestro Yoda e del suo nebuloso passato.

Ad una razza sconosciuta lui appartiene

yoda consiglio jedi episodio i star wars la minaccia fantasma
Yoda siede nel consiglio Jedi in Episodio I

Partendo dalle basi, la razza di Yoda è ignota sia nel Legends che nel Canon. Non è mai stato rivelato, infatti, né il nome, né tanto meno il pianeta d’origine della specie aliena di cui fa parte Yoda. Oltre a questo, aggiungiamo il fatto che solo un altro membro della specie di Yoda viene intravisto in tutte le opere di Star Wars. Già da questo dovrebbe essere chiaro come la cosa puzzi da dodici parsec di distanza. Perché mai la razza del maestro jedi non si fa vedere? Che si nasconda? Che si sia estinta? Per ora non lo sappiamo.

In ogni caso, l’altro membro della razza di Yoda compare in Episodio I. Parliamo di Yaddle, un’esemplare femmina della specie del maestro, che siede come lui nel consiglio Jedi. Ella abbandonò il consiglio subito dopo la crisi di Naboo, mantenendo un ruolo marginale nell’ordine jedi. Ad oggi è ancora ignoto il suo destino, almeno nel Canon.

Della sua vita raccontato nulla è stato

darth bane canonico star wars
Il dialogo tra Yoda e lo spirito di Darth Bane.
Da: wookieepedia

Oltre questo, la vita stessa di Yoda, prima degli avvenimenti accaduti nei film, è per la maggior parte non conosciuta. Certo, 900 anni di vita sono duri da raccontare tutti! Ma almeno alcuni degli avvenimenti importanti, che sicuramente Yoda deve aver vissuto, dovrebbero essere narrati. Per dare un ordine di grandezza di quanto Yoda sia vecchio, egli è nato solo un secolo dopo che Darth Bane ha stabilito la Regola dei Due. Abbastanza vecchietto il nostro amato omino verde, non trovate?

La vicenda più lontana nel passato da noi conosciuto di Yoda risale a quando era un padawan. In una puntata di Clone Wars, l’architetto Huyang, un droide che insegna l’arte della costruzione delle spade laser agli “younglings”, narra di aver visto il maestro Yoda costruire la sua spada e superare la prova della messe (chissà quanto deve essere vecchio quel droide).

Yoda ottenne all’età di circa 100 anni il rango di maestro, dopo essere stato padawan a sua volta. Neanche a dirlo, non conosciamo il nome del suddetto maestro. Per circa 800 anni ha iniziato alle arti jedi circa 20.000 padawan. L’ultimo di questi, prima della caduta della Repubblica, è stato niente di meno che il Conte Dooku, maestro a sua volta di Qui-Gon Jinn.

Su tutto l’ombra del lato oscuro è calata

star wars il ritorno dello jedi yoda morente
Yoda poco prima della sua morte in Episodio VI

Questo è praticamente il succo di tutto quello che sappiamo di lui prima di Episodio I. Nessuna parentela, una razza evanescente, migliaia di padawan senza nome, avventure mai raccontate, ed un ultimo padawan passato al lato oscuro. Sotto la guida di Yoda si è consumata la fine dell’ordine dei Jedi e concretizzata quella vendetta profetizzata mille anni prima da Darth Bane. La fine della Repubblica e il primo fallimento di Luke, nello scontro con suo padre, sono tra le sconfitte più clamorose ottenute da Yoda. Un bilancio molto altalenante per la galassia sotto la protezione del piccolo maestro verde.

Egli rappresenta la classica versione dello strano saggio nelle avventure fantastiche di un certo stampo, almeno nella trilogia originale. Ma in realtà si stacca molto da questo quadro classico, proprio per via dei suoi fallimenti. Non sappiamo quanto di quello che è accaduto sia frutto di sue negligenze, fatto sta che il bilancio rimane negativo. Ed è egli stesso, in Episodio III, a rendersi amaramente conto di questa realtà:

“In esilio devo andare, fallito io ho”.

Yoda, in ogni caso, rimane uno dei personaggi più belli e riusciti creati da Lucas, conservando queste caratteristiche anche durante la trilogia prequel e le serie animate. Il piccolo jedi verde, qualunque cosa succeda, rimarrà sempre nei nostri cuori. Chissà, forse un giorno potrebbe essergli dedicato uno spin-off che narri, finalmente, del suo passato. La speranza è l’ultima a morire…