Prima di concentrarci su Mon Mothma, è doveroso parlare delle donne più importanti della saga di Star Wars, e successivamente del perché questa meriterebbe un posto tra di loro.

Come tutti sappiamo, nella saga di Star Wars le donne hanno un ruolo chiave e soprattutto sono simboli di forza, temerarietà e indipendenza.

Abbiamo in primis Padmé Amidala, giovanissima regina di Naboo, che diventerà poi una senatrice saggia e altruista. Una donna buona ma anche coraggiosa, capace di utilizzare egregiamente un blaster e combattere (come, ad esempio, in molte situazioni durante le Guerre dei Cloni). Abbiamo poi la mitica Principessa Leia, dallo stesso temperamento forte e determinato della madre, che ha giocato un  ruolo chiave nell’Alleanza Ribelle.

Poi c’è Rey, di cui non sappiamo moltissimo, ma sicuramente non ci sono dubbi sul fatto che anche lei sia una donna forte e indipendente, come ha già dimostrato ne Il Risveglio della Forza. Infine, non possiamo non citare Jyn Erso, protagonista di Rogue One. Donna indipendente e dal forte temperamento, nonché fondamentale per il recupero dei piani della Morte Nera. Queste per quanto riguarda i film; ci sarebbero anche altri personaggi femminili da citare, come la coraggiosa Ahsoka Tano, che però appaiono nell’Universo Espanso (ma comunque canonico). Ma veniamo ora alla nostra Mon Mothma.

mon mothma in rogue one e rebels star wars
Mon Mothma in Rebels e Rogue One.
Fonte: comicbook

Perché quindi Mon Mothma merita un posto in mezzo a queste eroine?

Prima di tutto scopriamo chi è: il suo pianeta natio è Chandrila. Sin da bambina ha vissuto nel mondo della diplomazia in quanto sua madre, Thanis Mothma, era governatrice del sistema. In età adolescenziale, diventa la senatrice più giovane ad entrare nel Senato Galattico. Dopo l’avvento dell’Impero, stringe una forte amicizia con Bail Organa. Entrambi sono accomunati dalla convinzione che Palpatine vada fermato. Abbandonano così il Senato per formare l’Alleanza Ribelle; proprio qui diventerà la più alta in grado dei capi della Ribellione.

In pratica, il Senato non esiste più” – Mon mothma

Curiosità: dopo la strage del pianeta dei Wookiee, Kashyyyk, considerò di diventare un pilota di caccia. Ma alla fine comprese che non poteva prescindere dal ruolo di leader, e che la Ribellione aveva bisogno di lei sotto quell’aspetto.

Dove troviamo Mon Mothma?

  • La sua prima apparizione fu ne “Il Ritorno dello Jedi” (dove venne interpretata da Caroline Blakiston). La troviamo poi anche ne “La Vendetta Dei Sith” e infine inRogue One: A Star Wars Story“(interpretata in questi due film da Genevieve O’Reilly). Nel video seguente, la vediamo in una scena eliminata de “La Vendetta dei Sith”.
  • Per quanto riguarda l‘universo espanso, troviamo Mon Mothma in molti episodi della serie canonica “Star Wars: The Clone Wars“. E’ presente anche in moltissimi romanzi, come nel Legends “Heir To The Empire” (proprio qui assunse inoltre il ruolo di Capo di Stato della Nuova Repubblica, dopo la disfatta dell’Impero).

Possiamo concludere questo approfondimento su uno dei personaggi meno conosciuti, ma essenziali, della nostra saga preferita, dicendo che Mon Mothma merita sicuramente un posto tra le “donne più importanti di Star Wars”. Perché con coraggio, carisma e determinazione, fu lei a far nascere e successivamente guidare l’alleanza ribelle, tramite una leadership non indifferente. Dando quindi ai ribelli quella famosa “speranza” che cercavano.