Uno dei temi più caldi del momento, non solo in merito a Star Wars ma nel cinema in generale, è sicuramente l’utilizzo sempre più consistente della CGI per ricreare volti umani o ringiovanire gli attori. Un mezzo utilizzato sia nel Marvel Cinematic Universe sia nel franchise della Galassia lontana lontana (e non solo). Nello spin-off Rogue One abbiamo assistito alla “resurrezione” del personaggio di Tarkin, tramite la ricostruzione del volto dell’attore defunto Peter Cushing.

Molti nel corso degli ultimi anni si sono schierati contro questa tecnica, soprattutto se adoperata per “riportare in vita attori defunti”. Emblematico il caso di Carrie Fisher con Leia. Cosa ne pensa invece Mark Hamill a riguardo?

Il pensiero di Hamill sulla CGI

tarkin in CGI premi oscar di rogue one star wars
L’utilizzo della CGI in Rogue One per ricreare il viso di Tarkin.
Fonte: yahoo movies uk

In un’ampia intervista rilasciata su RadioTimes in merito all’uscita dell’Home Video di Episodio VIII, Mark Hamill ha avuto modo di parlare anche dell’argomento CGI in merito ad un eventuale utilizzo per il suo personaggio Luke Skywalker. Gli è stato chiesto infatti se fosse favorevole ad una comparsa di Luke in versione ringiovanita, e lui ha risposto così: “Pensavo che avresti detto ‘postuma’! (Ride). Comunque sì. Ho già detto alla mia famiglia: ‘Assolutamente,  pollice in su!’ Ma è più che altro una questione di correttezza. Sono sicuro che siano andati dagli eredi e detentori dei diritti d’immagine di Peter Cushing per ottenere il loro permesso“. Mark Hamill ha dato quindi l’ok alla propria famiglia per un eventuale utilizzo futuro della CGI sul personaggio di Luke.

Ma si tratta di una possibilità concreta? Ad oggi è impossibile rispondere a questa domanda. E’ innegabile che la programmazione di pellicole su Star Wars andrà avanti per molto tempo, come afferma lo stesso Hamill. L’attore inoltre ha anche “suggerito” l’utilizzo di attori più giovani per interpretare Luke.

Il futuro di Luke

spada laser blu di luke in star wars the last jedi
Luke nel finale di Episodio VIII.
Da: SWNN

In merito alla vastità di storie che potrebbero essere raccontate in futuro, l’attore risponde così: “Per me è incredibile. George Lucas ha creato un qualcosa di così grande. Le possibilità sono infinite! Quindi chi lo sa? Mi chiedono anche, ‘Quale giovane attore pensi possa interpretare Luke?‘ Il cielo è il limite. E sono sicuro che continueranno a fare queste cose molto tempo dopo che me ne sarò andato“. Hamill quindi vede un ventaglio di infinite possibilità per il suo personaggio, anche dopo la sua eventuale dipartita (che ci auguriamo arrivi il più tardi possibile). L’attore comunque ha già decretato in passato, secondo il suo gusto, due nomi “papabili” per interpretare un eventuale Luke da giovane.

Il primo è Sebastian Stan, che tornerà a vestire i panni del soldato d’inverno in Avengers: Infinity War. Stan, ve ne abbiamo già parlato, ha una grande somiglianza con Hamill da giovane. Il secondo è il giovanissimo ma molto talentuoso Jacob Tremblay, che abbiamo visto recentemente protagonista in Wonder, un film davvero emozionante. Non sappiamo cosa ci riserverà il futuro in merito al personaggio di Luke Skywalker, ma oggi conosciamo la volontà di Hamill riguardo eventuali sviluppi. Continuate a seguirci! Vi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità riguardanti l’universo di Star Wars.