Dopo la serie di rumor che si sono susseguiti nelle giornate scorse, la comunità di Star Wars si è divisa sul come interpretare le mosse della Lucasfilm. C’è chi ha accolto con gioia la notizia della cancellazione temporanea degli spin-off, chi ha invece gioito per la smentita repentina fatta dall’azienda dopo poche ore. Nonostante Lucasfilm abbia rassicurato sulla ferma presenza dei progetti degli spin-off, la partita non è ancora chiusa. Il relativo poco incasso messo su da Solo, avrà delle conseguenze notevoli in ogni caso sulla strategia a lungo termine per gli episodi e spin-off che verranno da oggi in poi.

Strategie future

futuro star wars lucasfilm presidente petizione e spin-off star wars comic-con
Kathleen Kennedy, presidente di Lucasfilm.
Da: the collectors cantina

A conferma di questo importante fatto, c’è un rumor colto da The Hollywood Reporter, derivante da un membro interno all’azienda. L’insider, interrogato sulla questione spin-off è stato molto chiaro sulla situazione che attualmente si vive per i corridoi degli uffici di produzione di Star Wars. La risposta è: “Non hanno rallentato lo sviluppo, ma si stanno leccando le ferite [dopo ciò che è successo a Solo].” La questione è che Kathleen Kennedy e vari i rappresentanti della azienda stanno ripensando il loro piano per il futuro, invece di cancellare il gruppo di progetti in preda al panico, come alcuni avevano inizialmente temuto.

Un altro insider è intervenuto sul problema dicendo: “Non significa che questi spin-off non verranno realizzati. Significa solo che stanno cercando di capire come crearli e commercializzarli in modo diverso.” Insomma, il punto è che Solo ha insegnato una grossa lezione. Da ora in poi, probabilmente, Disney e Lucasfilm si comporteranno diversamente sul marketing, cercando anche di distanziare le tempistiche per la realizzazione.

Non ci stupiremmo se il famigerato spin-off di Obi-Wan venisse posticipato al 2021, in considerazione anche del fatto che Ewan McGregor sarà impegnato nelle riprese di Doctor Sleep (la continua di Shining) fino al 2020. Siccome è difficile pensare ad uno spin-off sul maestro jedi, che abbia un volto differente rispetto all’attore scozzese, probabilmente i piani per i vari film di Star Wars nei prossimi anni, sono stati certamente dilatati.