George Lucas è visto da tutti i fan di Star Wars come un padre, uno di quelli aventi un rapporto travagliato con i figli: bellissimo ma anche complicato. Nonostante questo, una delle caratteristiche peculiari della saga di Star Wars è sempre stata il suo essere frutto della collaborazione creativa di tante diverse menti. Che lo si voglia ammettere o meno, Lucas fin dalla trilogia originale si è avvalso dell’aiuto di centinaia di persone qualificate.

Ed ora che zio George si è ritirato dalle scene, come un imprenditore che lascia la sua azienda ai suoi pupilli, egli guarda il lavoro da fuori, sulla sua poltrona, godendo dei privilegi donati da questa saga.

Sussurri nell’ombra

cameo di george lucas in star wars
George Lucas.
Da: melty

Ma è possibile rimanere totalmente in disparte? Possibile, dopo quarant’anni di affezione verso una propria creatura, abbandonarla totalmente? Qualcosa ci dice che George Lucas in una qualche maniera sia ancora lì. Non certo a supervisionare tutto il lavoro o a creare storie; ma a consigliare, quello si. La fonte di questa notizia è nientedimeno che la “Signora Star WarsKathleen Kennedy. Ai tempi della Star Wars Celebration infatti, ella venne intervistata dalla onnipresente rivista Entertainment Weekly. Quando l’argomento virò su George Lucas e se egli avesse dato qualche input per la creazione della nuova trilogia, la Kennedy rispose così: “Non proprio. Ma mi sussurra cose all’orecchio adesso come prima. Di solito è qualcosa di specifico o importante per lui riguardo l’addestramento jedi. Cose di questo tipo.”

Pensione con riserva

curiosità e intervista a lucas e riprese di star wars in tunisia
Alec Guinness e George Lucas sul set di Star Wars, in Tunisia.
Fonte: reddit

Nonostante egli non abbia più alcun ruolo nella creazione della storyline, delle specie, dei pianeti e del mondo in generale attorno agli eventi della saga, la cosa che rimane più a cuore per Lucas sono i jedi. Essi sono la sua creatura, un mix di antiche tradizioni e futuro, ciò che forse più di tutte le cose ha reso iconica la saga. I jedi sono ancora costantemente nella mente di Zio George, e questa è una cosa meravigliosa. Ovviamente non è pagato per fare ciò, e le sue opinioni, in teoria, dovrebbero rimanere tali, in quanto non provenienti da un membro del team creativo. Eppure, come si fa a non tenere in conto le sue parole?

Per noi è impossibile che le sue opinioni, almeno in parte, non vengano prese in considerazione. Soprattutto conoscendo la dedizione a questo universo sia della Kennedy che di altri personaggi di spicco di Lucasfilm, come Dave Filoni e Pablo Hidalgo. Anche i registi, in una qualche maniera, sicuramente avranno chiesto consiglio su questo e altri temi al maestro, essendo ciascuno di loro cresciuto nel mito di Star Wars.

Voi cosa pensate Lucas abbia sussurrato al riguardo dell’addestramento jedi? Fatecelo sapere nei commenti come al solito.