More

    La Luce dei Jedi: recensione del primo romanzo dell’Alta Repubblica

    -

    Finalmente le prime opere dell’Alta Repubblica, la nuova Era di Star Wars ambientata 200 anni prima di Episodio I, sono arrivate in Italia grazie a Panini Comics. La Luce dei Jedi è il romanzo dal quale tutto ha inizio, e non ci sarebbe potuto essere debutto migliore: in questa recensione vi racconto il perché! (Senza spoiler).

    La trama

    la luce dei jedi alta repubblica star wars
    I nuovi cavalieri jedi dell’Alta Repubblica

    Uno degli aspetti più interessanti e innovativi di questo romanzo è che si apre con un evento abbastanza “inusuale” nell’universo di Star Wars: il racconto frenetico di un grande disastro che si abbatte sul sistema di Hetzal, nell’Orlo Esterno. La nave Legacy Run sta viaggiando nell’iperspazio, quando accade qualcosa che si riteneva impossibile; un grosso ostacolo blocca la rotta e costringe il capitano ad una manovra disperata, che comporterà la distruzione della nave. A poco a poco i pezzi (chiamati poi Emersioni) cominceranno ad apparire nello spazio reale come meteoriti impazziti.

    Per puro caso, un gruppo di Jedi si trovava nelle vicinanze del sistema di Hetzal, poiché impegnato nei preparativi dell’inaugurazione del Faro Starlight, un’enorme installazione spaziale che avrebbe fornito assistenza e supporto ai mondi dell’Orlo Esterno. Comincerà così una corsa contro il tempo, che vedrà Jedi, militari della Repubblica e civili unirsi per evitare un disastro di dimensioni colossali.

    Considerazioni sul romanzo

    Uno degli aspetti più belli di La Luce dei Jedi è la sua coralità: Soule ci presenta sin dall’inizio moltissimi nuovi Jedi, e il punto di vista si sposta freneticamente da uno all’altro senza un attimo di respiro. La prima parte del romanzo, dedicata appunto al Grande Disastro, è una corsa contro il tempo senza esclusione di colpi, e tiene incollato il lettore. I Jedi, “guidati” dal particolare potere di Avar Kriss, affrontano tutti insieme questa minaccia in una maniera incredibile. Vi dico solo che una delle scene conclusive della prima parte è davvero da brividi.

    Altro elemento splendido di questo romanzo è il punto di vista dei Jedi nei confronti della Forza: ognuno di loro la vede in modo diverso; per alcuni è un mare, per altri un canto, ecc. Inoltre, il romanzo ci presenta moltissimi nuovi poteri della Forza, alcuni davvero particolari. Se la prima parte del romanzo è memorabile, la seconda e la terza non sono da meno: vengono approfonditi i Nihil, i villain del romanzo, nonché tutta una serie di questioni legate all’iperspazio, alla situazione galattica del tempo, ecc. Da sottolineare poi la presenza di tantissimi collegamenti con la saga principale di Star Wars, alcuni velati, altri più espliciti.

    Villain e altri personaggi

    Nihil La Luce dei Jedi
    Marchion Ro, L’Occhio dei Nihil

    Una delle sfide più difficili dell’Alta Repubblica, non solo di La Luce dei Jedi, era il riuscire a trovare dei villain all’altezza dei Sith in un periodo in cui questi ultimi tramavano ancora nell’ombra. E i Nihil si sono rivelati perfetti in questo senso: ci vengono presentati come “semplici” e feroci predoni, ma possiedono qualcosa che li rende speciali. Uno strumento che permette loro di compiere viaggi e gesti ritenuti impossibili. Su tutti svetta il fautore di questa potenza, il personaggio di Marchion Ro, l’Occhio dei Nihil e antagonista che avrà un’evoluzione pazzesca nel corso del romanzo, con un finale che vi farà venir voglia di saperne di più.

    Nel romanzo non vi affezionerete solo ad ogni jedi, ma anche ad altri personaggi, tra i quali è impossibile non menzionare la Cancelliera dell’epoca, Lina Soh. Un politico illuminato, per nulla stereotipato, che tramite le sue Grandi Opere portava avanti un progetto che molti avrebbero ritenuto utopico: unire tutti i mondi e le persone sotto un vessillo di uguaglianza, attraverso il motto “Siamo tutti la Repubblica. Nella parte finale del romanzo c’è un pezzo dedicato a questi traguardi che vi metterà i brividi.

    Conclusioni

    la starlight beacon in light of the jedi
    Il Faro Starlight

    L’Ordine Jedi al suo massimo splendore, tanti nuovi personaggi da approfondire, una Repubblica che si espande guidata da una politica illuminata, ma anche moltissime insidie, villain all’altezza di questo nome e soprattutto con una marea di segreti da scoprire: tutto questo è La Luce dei Jedi, una partenza imperdibile per questa nuova Era di Star Wars. Che aspettate allora? Immergetevi nella lettura! Potete acquistarlo qui in basso:

    Per qualsiasi informazione sugli altri romanzi, potete consultare la nostra guida a quelli canonici. Trovate invece qui la timeline completa di tutti i prodotti del canone, e qui un approfondimento sull’Alta Repubblica. Per chi ha letto il romanzo, cosa ne pensate? Vi è piaciuto? Fatecelo sapere nei commenti! E continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram Twitter! Vi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Star Wars: all’asta l’elmo originale di Darth Vader di Episodio V

    Tutto ciò che riguarda la trilogia originale di...

    Stanotte potrebbe essere rivelato l’attore che interpreterà Ezra in live action!

    Notizia che giunge come un fulmine a ciel sereno:...

    Anakin Skywalker era affetto da un disturbo mentale

    La saga di Star Wars è una di quelle...