Le recenti vicende che hanno interessato l’ancora senza titolo Episodio IX, pezzo conclusivo della nuova trilogia, hanno portato scompiglio tra i fan. Soprattutto la scelta di J.J. Abrams come regista al posto del liquidato Colin Trevorrow, sarà destinata ancora a far parlare di sé a lungo. Nelle produzioni ad alto budget come questa, di solito, un colpo del genere diviene fonte di ritardi e imprevisti non di poco conto, tali da necessitare una riprogrammazione.

Oltre all’annuncio di qualche giorno fa riguardo al cambio di regista, infatti, si aggiunge un nuovo tassello alla vicenda che riguarda Episodio IX, e questa volta riguarda appunto le tempistiche. Il film conclusivo è stato infatti rimandato.

I tempi necessari

abrams alla regia di episodio ix
Il regista J.J. Abrams

Un laconico comunicato, così com’era stato per l’inserimento di J.J. Abrams, ha fatto capolino ieri sul sito Starwars.com. Con esso è stata espressa l’intenzione da parte di Lucasfilm di posticipare la data d’uscita da Maggio 2019 al 20 Dicembre 2019. Uno spostamento di 7 mesi necessario per via del cambiamento avvenuto alla regia, ma soprattutto per quanto riguarda la scrittura della sceneggiatura. Infatti dall’iniziale versione creata da Trevorrow e Derek Connelly, si è passati ad un’altra rimaneggiata da Jack Thorne, il quale curò lo spettacolo teatrale Harry Potter e la Maledizione dell’erede. Evidentemente, comunque, anche l’aiuto di Thorne non deve aver giovato più di tanto.

Questo perché la Lucasfilm ha deciso di riscrivere completamente il film dandolo in mano ad Abrams stesso e Chris Terrio, un tipo francamente molto altalenante nei risultati. Egli ha curato ad esempio la sceneggiatura di quel buon film di Argo ma al tempo stesso del controverso Batman vs Superman.

Non ci rimane dunque che aspettare, visto che qualsiasi previsione fatta oggi risulterebbe davvero molto prematura. Traspare comunque un fatto certo da questa vicenda. Lucasfilm e Kathleen Kennedy non vogliono lasciare assolutamente nulla al caso.