La vicenda accaduta in questi giorni a John Boyega chiarisce molto della situazione che vivono i fan di Star Wars. Perennemente assediati da rumor e teorie, talmente tanto che è possibile perdere la cognizione della realtà. Ora, la Disney vuole un clima di assoluto silenzio riguardo alle nuove pellicole di Star Wars. Questo dovrebbe essere un deterrente per chiunque è convinto che un tweet di un attore possa contenere un qualche tipo di spolier.

Evidentemente non è così, perché, qualche giorno fa, un tweet di John Boyega ha totalmente mandato in frantumi il buonsenso della gente. Le parole abbastanza equivoche, ma assolutamente innocenti, hanno provocato anche l’ilarità di Mark Hamill.

Il tweet incriminato

john boyega tweet equivoco spaventa i fan
L’attore John Boyega. Da aviard.co.uk

Il tweet incriminato è stato postato il pomeriggio del 7 Giugno e recitava: “Time to play a Villain ey” ovvero “è ora di interpretare un cattivo”. Potete immaginare da voi la reazione della gente. Subito infatti si è pensato ad un cambio di rotta per il personaggio di Finn, ovvero un ritorno nei ranghi del Primo Ordine o comunque tra le file dei cattivi. Come se un attore dovesse essere esclusivamente legato a Star Wars. Ovviamente John Boyega ha subito corretto il tiro con un altro tweet in cui diceva che la cosa non era legata a Star Wars. Si riferiva, infatti, ad un’altra produzione di cui farà parte e dove vestirà per una volta i panni di un antagonista.

Tuttavia la questione è continuata a lungo sui social, e a niente è valso il tentativo di smontare subito le già partite teorie, da parte di John Boyega. La cosa ha avuto abbastanza risonanza da balzare agli occhi dell’onnipresente e onnipotente Mark Hamill, che non ha perso occasione di commentare la cosa con un altro tweet. Qui lo scambio di battute completo:

“Vedi com’è facile far trapelare accidentalmente uno spoiler, figliolo? (Spero tu non abbia detto nulla al riguardo della NOSTRA relazione in Episodio VIII)”

Ovviamente, il tweet di Hamill è ironico (e contiene un rimando velato ad un’altra teoria). Insomma, l’insegnamento che possiamo trarre dalla vicenda non è solo che gli attori che interpretano un ruolo nella saga di Star Wars, non facciano esclusivamente quello. Ma, soprattutto, che molti fan dovrebbero imparare a tenere a bada i bollenti spiriti, e razionalizzare ogni situazione prima di scagliarsi contro qualsiasi cosa. Non è così che dovrebbe ragionare un fan di Star Wars!