L’attore Ian McDiarmid è una pietra miliare della saga di Star Wars, avendo interpretato l’iconico ruolo dell’Imperatore Palpatine. Lo abbiamo rivisto con piacere questo Aprile alla Star Wars Celebration di Orlando, dove è stato tra gli ospiti del panel dedicato ai 40 anni della saga. Di recente, in una intervista, l’attore ha avuto modo di parlare proprio del suo ruolo, e di quelle che potrebbero essere le possibilità di rivederlo vestire proprio i panni dell’Imperatore.

Ma l’intervista non finisce qui: McDiarmid ha infatti lanciato un “monito” in merito ad un suo desiderio personale, ovvero che nessun altro interpreti il personaggio all’infuori di lui. Analizziamo le sue parole e i possibili risvolti futuri.

L’intervista a McDiarmid

ian mcdiarmid palpatine star wars
Ian McDiarmid e Hayden Christensen alla Star Wars Celebration di Orlando

Ecco le significative parole dell’attore, intervistato in merito ad un suo possibile ritorno nel ruolo di Palpatine: “Penso ci sia sempre una chance di vederlo di nuovo, ma credo che lo scoprireste più velocemente di me. Se parliamo della nuova trilogia, sono morto. Ma c’è la serie antologica e, per esempio, Rogue One è ambientato quando il mio personaggio era ancora in vita. Mi hanno citato un paio di volte, Vader è apparso, ma io no. Probabilmente mi mostreranno a sorpresa in futuro, non so. Ma, ovviamente, non voglio che nessun’altro interpreti il personaggio al di fuori di me“. Ci sono molti punti davvero interessanti che possiamo cogliere dalle sue parole. Per non parlare poi di come sia stato categorico nell’ultima frase. Analizziamo questo scorcio di intervista.

Palpatine Colpisce Ancora

vader e sidious la petizione e i costi per costruire la morte nera di Star Wars
Darth Sidious e Darth Vader assistono alla costruzione della Morte Nera

Una certezza traspare dalle parole di Ian McDiarmid: il suo personaggio non tornerà mai nella nuova trilogia, è morto sulla seconda Morte Nera nella Battaglia di Endor. Potrà sembrare scontato, ma queste parole servono a riportare sulla retta via chi ancora appoggia l’assurda teoria che Snoke sia l’Imperatore. Ma, come ben sappiamo, gli spin-off sono una strada molto interessante per poter riproporre personaggi leggendari della saga.

Si può definire la sua assenza in Rogue One un’occasione mancata? Non proprio. Certo, l’ambientazione era proprio quella giusta, il periodo anche, ma a nostro modo di vedere sarebbe stata una presenza troppo ingombrante da inserire. La scelta di citarlo solamente, inoltre, ha ricalcato ottimamente la scia di Episodio IV, dove l’Imperatore era una presenza sconosciuta ma pressante.

Un tuffo nel passato

snoke identità star wars spin-off 2020
Darth Plagueis e il suo apprendista Darth Sidious.
Dal romanzo Darth Plagueis

Ci potrebbero essere altre occasioni per questo grande ritorno? Mai dire mai. Come detto, con le pellicole stand-alone tutto è possibile. Che Palpatine possa apparire nello spin-off su Obi-Wan Kenobi? La cosa andrebbe gestita bene, ma non sarebbe affatto malvagia come idea. E Ian McDiarmid sarebbe, anche anagraficamente (anche se nel suo caso l’età non conta, tenendo conto di Episodio VI), prontissimo a riprendere il suo iconico ruolo.

Ed è qui che dobbiamo analizzare la sua ultima frase. E’ da intendersi anche al passato? Certamente l’attore parlava del fatto che nessun altro oltre lui avrebbe dovuto interpretare Darth Sidious nei suoi anni di gloria. Ma se si pensasse alla sua giovinezza? Vi abbiamo parlato spesso di come potrebbe essere affascinante uno spin-off sul giovane Palpatine, che racconti la sua ascesa al potere e il rapporto con il suo Maestro Darth Plagueis (e non solo).

Idea stupenda e suggestiva, per la quale però dovrebbe essere scelto, ovviamente, un attore giovane. Non possiamo sapere se le parole di McDiarmid vadano intese anche in questo caso. Non ci resta che attendere possibili novità future per scoprirlo!