More

    Grievous doveva essere un altro importante personaggio nelle idee iniziali di Lucas

    -

    La prima apparizione di Grievous risale alla serie animata Clone Wars del 2003 (ora legends), e il personaggio fu talmente apprezzato che debuttò anche in Episodio III: La Vendetta dei Sith. Inizialmente però George Lucas prese in considerazione la possibilità che non fosse un personaggio a sé stante, bensì un altro ben noto: vediamo di seguito i dettagli!

    Da Grievous a Maul

    vero volto del generale grievous fumetti star wars
    Il vero volto del Generale Grievous

    All’epoca il suo debutto in live-action mantenne le sue origini relativamente misteriose, che poi furono ampiamente svelate nelle opere legends (con qualche accenno anche nel canone, come potete vedere sopra). George Lucas ha riferito però che originariamente prese in considerazione la possibilità di rendere il cyborg un Darth Maul redivivo. In Star Wars: La Minaccia Fantasma, Maul è stato tagliato in due dalla spada laser di Obi-Wan Kenobi, il che avrebbe richiesto un’importante ricostruzione. Così il ritorno di Maul fu solo ritardato, e Lucas optò per fare di Grievous un ex generale separatista che aveva subito ferite altrettanto brutali.

    George stava considerando l’idea che Grievous potesse essere Maul dietro la placca dell’armatura, ha dichiarato a SlashFilm lo scrittore di The Clone Wars Henry Gilroy. Aveva senso. È tagliato a metà e si trova in questo corpo robotico o altro. Sono contento che Grievous sia comunque una cosa a sé stante, ma ho pensato che fosse interessante che i ragazzi del concept avessero quasi convinto George a farlo”.

    Il ritorno di Maul

    maul star wars
    Maul su Lotho Minor, in preda alla pazzia

    Nonostante Lucas abbia scelto di non esplorare il ritorno di Maul, come sappiamo sarebbe stata solo questione di tempo prima che questo evento si verificasse. The Clone Wars ha mostrato come Maul sia sopravvissuto a quanto accaduto in Episodio I (ve ne abbiamo parlato in questo video), usando essenzialmente la sua rabbia per motivarlo e alimentare la sua sopravvivenza. La serie animata ci mostra come Maul si sia procurato delle gambe robotiche per continuare il suo regno del terrore.

    Dopo la conclusione iniziale di The Clone Wars, Maul tornò ancora una volta in Rebels, dove come sappiamo ottenne un emozionante epilogo dopo aver inseguito la sua ossessione. Siamo certi che, soprattutto dopo la sua apparizione in Solo, ci saranno molte altre storie da raccontare sul personaggio.

    Cosa ne pensate di questa possibilità? Vi sarebbe piaciuto rivedere Maul già in Episodio III o preferite che Grievous sia un personaggio distinto? Fatecelo sapere nei commenti! E continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram e TwitterVi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

    Fonte

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Star Wars Visions: seconda stagione in uscita, ecco quando! (Rumor)

    Star Wars Visions è stato uno dei prodotti più...

    Star Wars: annunciata una nuova serie di film!

    Le sorprese in merito a Star Wars in questo...

    Tutto quello che avete bisogno di sapere prima di The Last Jedi

    In questi lunghi giorni che ci stanno separando dal...