More

    Ecco perché Baby Yoda potrebbe essere legato a Snoke e Palpatine

    -

    Mancano appena quattro giorni al debutto della seconda stagione di The Mandalorian su Disney Plus, nella quale scopriremo sicuramente di più sul viaggio di Mando e del Bambino (chiamato convenzionalmente Baby Yoda) alla scoperta delle origini di quest’ultimo. Ma c’è un altro elemento importante che potremmo scoprire, e cioè perché ciò che resta dell’Impero lo cerchi disperatamente. E questo potrebbe essere legato ai piani di Palpatine e alla nascita di Snoke: vediamo perché!

    Baby Yoda e Snoke

    funko pop di baby yoda in arrivo
    Baby Yoda in The Mandalorian

    Tramite Episodio IX abbiamo scoperto la verità su Snoke: il Leader Supremo del Primo Ordine non era altro che un clone creato da Palpatine. Per essere precisi (come rivelato nella recente guida The Star Wars Book) egli era uno strandcast – un costrutto genetico artificiale dotato di libero arbitrio. Darth Sidious ha sfruttato molto la clonazione nel corso dei trent’anni post Episodio VI. Anche suo figlio (e padre di Rey) era uno strandcast, ripudiato perché non sensibile alla Forza. Infine, lo stesso spirito di Palpatine era ingabbiato in un corpo clonato.

    Questa tecnologia quindi è stata sfruttata molto dall’Imperatore, che l’ha sicuramente “perfezionata” tramite oscuri rituali Sith. Ma questi ultimi potrebbero non essere gli unici elementi che hanno portato alla creazione di Snoke. Anche il Bambino, che tutti chiamiamo per convenzione Baby Yoda (ma non è Yoda da piccolo) potrebbe aver giocato un ruolo importante in tutto questo. In che modo?

    Clonazione in The Mandalorian

    dottor pershing star wars the mandalorian
    Il Dottor Pershing e il simbolo dei clonatori di Kamino. Da: cbr

    Nella prima stagione della serie abbiamo visto che il Bambino è una preda ambita, ricercata tramite il Cliente dal perfido Moff Gideon. Nelle prime puntate, insieme al Cliente compare il personaggio del Dottor Pershing; uno scienziato molto particolare, che sulla divisa ha ricamato il marchio dei clonatori di Kamino. Gli stessi che anni prima crearono l’esercito di Cloni per la Repubblica. Il dottore, prima che Mando tornasse a riprendersi il piccolo, stava per effettuare degli esperimenti su di lui.

    Il richiamo alla clonazione non può essere casuale: la teoria è che in qualche modo Baby Yoda sia collegato ai piani di Palpatine. Moff Gideon è un ex-imperiale, uno dei tanti signori della guerra che dopo la caduta dell’Impero hanno tentato di ritagliarsi una fetta di potere. E se anche lui, da lontano, rispondesse a qualcuno di più grande? Il motivo per cui cerca il Bambino potrebbe essere collegato alla successiva nascita di Snoke e ai piani di Sidious.

    Cosa ne pensate di questa eventualità? La clonazione farà da filo conduttore tra questi personaggi? Ditecelo come sempre nei commenti! Chissà se nella seconda stagione scopriremo qualcosa in più: manca pochissimo al 30 Ottobre. Continuate a seguirci anche su FacebookInstagram e Twittervi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità riguardanti l’universo di Star Wars.

    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Star Wars: ecco il primo provino di Mark Hamill con Harrison Ford! (Video)

    Quella che vi mostriamo oggi è una vera e...

    Kylo Ren: l’illogica demonizzazione di un personaggio

    A partire dal 2015 con l'uscita de Il Risveglio...

    Rey Skywalker: tutti i poteri della Forza che usa nella trilogia sequel

    Nel corso della trilogia sequel abbiamo accompagnato Rey nel...