Avete presente quei soliti film americani? Quelle commedie dove il protagonista, per fare qualcosa di divertente e insensato, combina quei grossi casini che mettono in imbarazzo i genitori e lo fanno finire dritto dalla polizia? Beh, alle volte la realtà si può dire che superi abbondantemente la fantasia. Se ci fosse un Insolenza Awards, sicuramente il protagonista di questa vicenda lo avrebbe vinto a mani basse, e nelle prossime righe vi spiegheremo il perché.

La storia inizia il 4 Maggio, lo Star Wars Day, in un liceo di Green Bay nel Winsconsin, dove uno studente decide in maniera innocente di festeggiare la ricorrenza travestendosi niente di meno che da Darth Vader.

Allarme Rosso

star wars day darth vader a scuola
La celebre frase in una bellissima fan art.
Da: themooken

Fin qui nulla di interessante giusto? Il ragazzo va tranquillamente verso la scuola, portando con se una borsa con il cambio dei vestiti. Arrivato lì, ha la buona idea di creare un maggiore effetto sorpresa, entrando dalla porta sul retro della scuola. Tutto perfetto, direte voi, diventerà l’idolo di tutti gli amici, per questa stupenda interpretazione del concetto di “scherzo Sith”. Tuttavia, il disastro era dietro l’angolo. Il genitore di uno dei ragazzi della scuola, infatti, si trova per caso nel parcheggio, quando il nostro beniamino si appresta ad entrare. Solo che, o per mancanza di conoscenza dell’universo starwarsiano, o per mancanza di fiducia verso l’ambiente educativo americano, il genitore in questione decide che un ragazzo mascherato, vestito di nero e con un borsone, possa essere considerato una seria minaccia per la sicurezza nazionale.

Passa qualche minuto e le auto della polizia arrivano a sirene spiegate davanti la scuola, facendo irruzione e fermando il ragazzo vestito da Darth Vader. Queste le parole della polizia in merito:

Aveva una maschera di plastica e una borsa e sembrava proprio indossasse un giubbotto antiproiettile o una giacca antigranata. Che, insieme alla maschera e al fatto che fosse entrato da una porta sul retro, ha fatto preoccupare molto.

Intanto, dopo l’allarme dato dal genitore, la scuola viene evacuata. Ben presto, però, si è capito che ci si trovava di fronte ad un malinteso e che il ragazzo si era travestito in occasione dello Star Wars Day. Queste le parole della scuola dopo l’accaduto:

Non c’era l’intento di una minaccia, ma lo studente dovrà essere ritenuto responsabile in quanto non si tratta di un abbigliamento contemplato dal nostro regolamento.

Un evento che fa riflettere

Per fortuna, la vicenda si è conclusa in maniera tranquilla, quando si è constatato che si trattava semplicemente del Signore Oscuro dei Sith e non di un terrorista qualunque. Certo, il ragazzo deve aver preso e procurato un bello spavento, ma la bizzarra vicenda fa riflettere sul clima di tensione che si respira nei licei americani. Provocato non solo dal clima di paura di un attacco terroristico, ma anche e soprattutto per l’elevata criminalità giovanile. Una piaga sociale statunitense davvero terribile.

Voi cosa ne pensate? Cosa farebbero o avrebbero fatto nella vostra scuola in questo caso? Fatecelo sapere nei commenti.