L’ultimo trailer di The Last Jedi ci ha fornito tantissimo materiale di cui parlare in vista dell’uscita nelle sale del film questo dicembre. Tra Luke Skywalker e la sua paura, il destino di Kylo Ren e le schermaglie tra Nuova Repubblica e Primo Ordine; ciò che tiene di più il banco attualmente rimane, a nostro parere, il destino e il passato di Rey e i veri piani del malvagio e potente supremo leader Snoke.

Sicuramente tutte le vicende sono collegate da un unico e più o meno sottile filo conduttore, che probabilmente verrà rivelato durante questo secondo capitolo della saga. Per ora, possiamo fare solo speculazioni, con l’aiuto di qualche attore.

Scene da Urlo

sala del trono di snoke the last jedi video dietro le quinte rian johnson
Il set della sala del trono del supremo leader Snoke mostrato nel video dietro le quinte.

La bellissima Daisy Ridley, attrice che interpreta Rey nella nuova trilogia, ci ha dato qualche dettaglio in più in merito all’incontro con Snoke e sulla sua figura. La Ridley è stata intervistata da USA Today in merito a The Last Jedi qualche giorno fa, e conversando del film ed in particolare della scena della sala del trono, ha utilizzato le seguenti parole: “è stato doloroso. Mi faceva male la gola dopo quella scena. Snoke è parte di una di quelle prove per Rey, e quando parlo di essere messa alla prova, questo è il peggior modo di essere messi alla prova di sempre.”

Daisy Ridley ha poi continuato così: “Lui sembra intelligente. Snoke è una persona cattiva, se può essere definita una persona.” L’attrice insomma parla esplicitamente di test a cui viene sottoposta Rey nel suo incontro con Snoke. Che sia semplicemente una visione, oppure una di quelle prove a cui è stato sottoposto Luke Skywalker su Dagobah per mano del maestro Yoda? Potrebbe non essere da escludere in realtà, un faccia a faccia di qualche tipo tra i due. La nostra unica certezza rimane il fatto che Rey soffrirà molto e sarà sottoposta ad una notevole pressione durante Episodio VIII.

Per quanto riguarda Snoke, continuano le speculazioni sulla sua identità. Nell’intervista originale, Daisy Ridley parla di “guy” ma al tempo stesso dubita che possa essere definito così. Questo probabilmente si riferisce al fatto che Snoke non è un essere umano, oppure potrebbe non esserlo più, trasformato in qualcos’altro nel corso delle vicissitudini accadute nella sua vita. A parte tutte queste speculazioni, il momento della verità e delle risposte, seppur parziali, si avvicina sempre più.