Star Wars: Galaxy’s Edge, il parco a tema dedicato all’universo di Guerre Stellari, ha aperto da pochi giorni, e i fan si sono riversati da tutte le parti del mondo per godere delle esperienze e delle possibilità offerte dal parco. Vi abbiamo mostrato in questa gallery tutte le foto dell’inaugurazione, alla quale hanno presieduto anche George Lucas, Mark Hamill, Harrison Ford e Billy Dee Williams. Stanno arrivando i primi commenti e reazioni al parco, ma l’attrazione principale di Galaxy’s Edge è sicuramente il Savi’s Workshop, ovvero il negozio dove tu stesso puoi costruire la tua spada laser personalizzata. Praticamente, il sogno di ogni fan di Star Wars. Ma questa è solo una delle tante possibilità offerte dal parco. Andiamo a vederle insieme…

Come costruirsi una spada laser al Galaxy’s Edge

Al Galaxy's Edge puoi costruire la tua spada laser.
Le varie possibilità offerte al Galaxy’s Edge per costruire una spada laser personalizzata.
Fonte: Socaltrhills

Il Savi’s Workshop si presenta come un’esperienza unica nel suo genere. La costruzione della spada laser è introdotta da un vero e proprio rituale jedi. Ogni visitatore ha la sua postazione e può scegliere come costruirsi la propria spada laser componendo quattro pezzi diversi, dalla base alla punta. I pezzi sono di plastica, ma molto solidi e resistenti. Ovviamente, il visitatore può scegliere anche il colore del cristallo kyber da inserire all’interno della spada. Il colore del cristallo sarà anche il colore della spada, e si può scegliere tra i canonici blu, verde, rosso e viola, ma anche bianco e arancione. Se scegliete il cristallo rosso, potrete trovare un simpatico easter egg: dentro alcune confezioni di cristalli rossi sono stati messi dei cristalli neri. L’effettivo colore della spada sarà poi il rosso, ma alcuni suoni emessi dalla spada sono differenti.

Nella costruzione della spada laser, si possono intraprendere due strade: la prima è costruirsi una delle spade dei personaggi della saga (montando i pezzi si può ottenere la spada blu di Luke, quella verde, la spada di Darth Vader e così via). In alternativa si può scegliere di comporre i pezzi a proprio piacimento e creare un design unico, totalmente personale. Si può comprare più di un cristallo e questo dà la possibilità di cambiare colore alla spada.

Le spade sono abbastanza resistenti da poter fare dei duelli, ma chiaramente il rischio di romperle c’è. Sicuramente, un giro al Savi’s Workshop è una tappa imprescindibile per ogni fan di Star Wars, ma il prezzo della spada è elevato: 200 dollari.

Il Droid Depot: come costruire il tuo droide al Galaxy’s Edge

Al Galaxy's Edge puoi costruire il tuo droide personale.
Alcuni droidi costruiti al Droid Depot del Galaxy’s Edge.
Fonte: WDW Info

Come per le spade laser, al Galaxy’s Edge è possibile costruire il proprio droide. Il prezzo è sempre di 200 dollari, ma l’esperienza è veramente unica. Anche al Droid Depot, come nel Savi’s Workshop, vengono forniti al visitatore vari pezzi da montare: corpo, gambe, testa. Si può scegliere tra le varie unità di droidi: R2, R5, R6, BB-8 e così via. 

Si può scegliere di costruire un droide canonico oppure di personalizzarlo. Ad esempio, se si costruisce un insolente R2-D2, ci sono due opzioni per la testa, o quella classica oppure quella trasparente che mostra l’interno. I droidi non sono in scala reale, ma più piccoli (quindi anche più facili da trasportare in viaggio). Anche i pezzi di questi droidi sono di plastica, ma hanno ottime funzionalità: si possono controllare da remoto con un telecomando, parlano, si muovono. Insomma, cose da droidi.

Le altre attrazioni del parco

Al Galaxy's Edge si trovano anche le repliche delle spade originali.
Al Galaxy’s Edge è possibile comprare le repliche delle spade originali.
Fonte: Disney Food Blog

Al Dok Ondar’s Den of Antiquities si possono trovare gli artefatti più vari. Anche qui, come è giusto che sia, l’attrazione principale sono le spade laser. Al prezzo di 110 dollari si possono comprare le repliche in metallo (e non in plastica) delle spade originali dei personaggi della saga. Rispetto al Savi’s Workshop, qui troviamo anche la spada di Kylo Ren, quella di Darth Maul, di Ahsoka e di tutti gli altri. Chiaramente, lo svantaggio è che queste spade laser non sono personalizzabili. Si può cambiare il colore della spada laser, ma per il resto la spada è fedele in tutto e per tutto all’originale.

Tra gli altri oggetti in vendita, troviamo anche i droidi della saga, a cifre più economiche rispetto al Droid Depot, e c’è anche un R2-D2 di dimensioni reali che si aggira per il negozio (e si arrabbia anche se ti avvicini troppo). Ci sono anche i vari indumenti jedi (quello di Luke, di Obi Wan e così via), e tutti i gadget possibili e immaginabili: elmi, tazze, poster, busti e così via. Si possono comprare anche gli Holocron, sia jedi che sith, anche questi provvisti di cristallo kyber del colore di proprio gradimento.

Oltre al Savi’s Workshop, l’attrazione principale del parco è il Millennium Falcon. Oltre alla possibilità di camminare all’interno del Falcon, di giocare agli scacchi e di stare nella cabina di pilotaggio, nell’esperienza rientra anche una simulazione di una missione, chiamata Smuggler Run, nella quale sei tu a pilotare il Falcon e a sparare. Ovviamente, pare che sia il primo bersaglio dei visitatori appena entrano nel parco…

Cibi e bevande intergalattiche al Galaxy’s Edge

Il latte blu è tra le bevande disponibili al Galaxy's Edge.
Alcune delle bevande disponibili al Galaxy’s Edge.
Fonte: Insider

La visita al Galaxy’s Edge necessita di una pausa, e hanno pensato bene di creare cibi e bevande a tema Star Wars. Alla Oga’s Cantina si possono provare cocktail a tema Star Wars, ma la bevanda per cui stanno tutti impazzendo, è chiaramente, il famoso latte blu, comparso brevemente in Episodio IV, Rogue One e in Episodio VIII.

Anche il cibo è a tema Star Wars, e ci sono vari ristoranti, tra cui uno specializzato in pollo arrosto, con una particolarità: il cuoco è un droide. Tutte le ricette sono particolari e a tema Star Wars, e vi sono diverse disponibilità anche per fasce di prezzo, da ristoranti più economici ad altri invece molto costosi.

Alcune informazioni utili

Il rituale delle spade laser del Galaxy's Edge.
La fine del rituale di costruzione delle spade laser.
Fonte: Blog Mickey

Star Wars: Galaxy’s Edge si trova in California, più precisamente a Anaheim, all’interno di Disneyland. A breve aprirà anche a Orlando, in Florida. Fino al 23 giugno è necessario prenotare per poter entrare, ma da dopo quella data, non ci sarà più bisogno di prenotazioni e il parco verrà ufficialmente aperto a tutto il pubblico.

Il costo del biglietto varia dai giorni di permanenza. Dal 24 giugno il biglietto si pagherà per tutto Disneyland e quindi per entrare a Galaxy’s Edge basterà pagare il biglietto d’ingresso a Disneyland. Il prezzo per la singola giornata varia tra infrasettimanale e weekend, e si aggira sui 120 dollari, per due giorni 112 dollari al giorno mentre per tre la cifra è di 100 dollari al giorno. Per tutte le informazioni troverete in fondo all’articolo il link alla pagina ufficiale di Galaxy’s Edge.

E voi? Avete già in programma di andare al parco a tema di Star Wars? Preferireste avere un droide personalizzato o una spada laser? Fatecelo sapere nei commenti! E continuate a seguirci, vi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

Fonte: Disneyland