Esattamente dieci anni fa nacque il vasto progetto MCU (Marvel Cinematic Universe), una vera e propria rivoluzione nel mondo del cinema, allo scopo di creare una fitta rete di pellicole tutte collegate tra loro. Fino ad oggi, il progetto è stato portato avanti in maniera egregia, e ci troviamo ormai in quella che è denominata “fase tre“. In questi anni, all’interno di alcune pellicole hanno trovato spazio anche delle bellissime citazioni a Star Wars.

Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, è un grande fan di Star Wars, e molte citazioni derivano proprio da questa sua passione. Non dimentichiamoci, inoltre, che i Marvel Studios e la Lucasfilm sono entrambe proprietà Disney.

Riferimenti prolungati

citazioni a star wars dai film marvel
Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios.
Da: wired

La più grande citazione a Star Wars la troviamo, praticamente, in ogni singolo film della “fase due” dell’MCU, come sottolineato dallo stesso Feige. In questa sua intervista, tra le altre cose, egli svela il particolare riferimento alle vicende della Galassia lontana lontana: “Sono un ossessionato di Star Wars. Chi non lo è? Ho quarant’anni. Lavoro nell’industria cinematografica. Sono andato alla USC (University of Southern California). Quindi sono ossessionato da Star Wars. L’omaggio non era intenzionale, all’inizio, ma lo è diventato in seguito. Siccome succede in ogni film di Guerre stellari ho pensato ‘Okay, la Fase Due è un po’ il nostro Impero Colpisce Ancora?’. Non proprio, ma a livello tonale le cose sono un po’ diverse in effetti. Quindi in ogni film della Fase Due qualcuno perderà un arto. In ogni film“.

Ecco svelata la citazione, ovvero la proverbiale e “macabra” tradizione di Star Wars della perdita degli arti. Tradizione di cui ho avuto modo di parlarvi, in maniera dettagliata, in un altro articolo. Perciò, in ben sei film Marvel (quelli facenti parte, appunto, della fase due), qualcuno perde un arto. I film sono Iron Man 3, Thor: The Dark World, Captain America: The Winter Soldier, Guardiani della Galassia, Avangers: Age of Ultron e Ant-Man.

Tutti gli arti persi

citazioni di star wars nei film marvel
Da sopra a sx: Guardiani della Galassia, Thor: The Dark World, Iron Man 3, Captain America.
Da: fumettologica

Andando per ordine, in Iron Man 3 Tony Stark taglia la mano e parte dell’avambraccio ad Aldrich Killian, il cattivo della pellicola. In Thor: The Dark World, è Loki a tagliare la mano a suo fratello Thor, anche se poi si scoprirà che è tutto uno stratagemma ideato da quest’ultimo nei confronti dell’Elfo Oscuro Malekith. In Captain America: The Winter Soldier c’è un rimando alla perdita di un arto, che però è avvenuto di fatto nel primo Captain America. A perdere il braccio è Bucky, dopo essere caduto dal treno, appunto, nel primo film (vediamo un cumulo sanguinante). In Winter Soldier, quindi, vediamo il braccio rimosso chirurgicamente e sostituito da uno meccanico. Piccola chicca: Bucky perderà, successivamente, anche il braccio meccanico, in Civil War, primo film della “fase tre”. Stavolta sarà Iron Man a tagliarglielo. 

In Guardiani della Galassia, Gamora taglia un braccio a Groot su Xandar. Come sappiamo, però, per il mitico Groot non è stata una tragedia, data la sua abilità rigenerativa. In Avangers: Age of Ultron, la vittima dell’amputazione sarà Ulysses Klaue, un trafficante d’armi, proprio per mano della malvagia intelligenza artificiale Ultron. L’attore che interpreta Klaue, inoltre, è il famoso Andy Serkis, che ha dato le fattezze, tra i tanti, anche al Leader Supremo Snoke. In Ant-Man, infine, l’easter egg è quasi impercettibile, ma c’è: prima di morire, Darren Cross (Calabrone) perde il braccio destro.

Le citazioni di Spider-Man

riferimenti di star wars nei film marvel
So che questa scena è un trauma, ma deve esserlo anche scoprire che il proprio amico è Spider-Man

Oltre al riferimento della perdita degli arti, prolungato ma velato, vi sono altri riferimenti a Star Wars molto più espliciti. Uno in Captain America: Civil War, e l’altro nel nuovo Spider-Man: Homecoming. Nel primo, durante la lotta tra i vendicatori, il nostro Spider-Man citerà L’Impero Colpisce Ancora (in particolare la Battaglia di Hoth), suggerendo un modo per sconfiggere Ant-Man versione gigante. Nello specifico usando la stessa tattica utilizzata contro gli AT-AT, ma riadattata: in questo caso il nostro Spidey gli immobilizzerà le gambe con le ragnatele.

Nel nuovo Spider-Man: Homecoming, davvero molto bello, verrà più volte citata la Morte Nera LEGO, in particolare il mitico set da 3803 pezzi. Il set LEGO della mitica arma non verrà solo citato, ma apparirà due volte. Nella prima occasione, Ned, l’amico di Peter, lo farà cadere a terra dall’emozione dopo aver scoperto che quest’ultimo è Spider Man. Più tardi, invece, i due la ricostruiranno insieme.

Insomma, davvero tantissime citazioni e easter egg starwarsiani nei nuovi film Marvel. Chissà se ce ne sarà qualcuno anche nel prossimo Avengers: Infinity War. D’altronde, quando si parla di una saga leggendaria come quella di Star Wars, c’è sempre da aspettarselo. E voi avete notato altre citazioni a tema nei film Marvel? Fatecelo sapere nei commenti!