Come riportato ieri, non è stata una nottata tranquilla per i fan di Star Wars. Carrie Fisher, la principessa Leia, è stata colpita da un infarto mentre viaggiava da Londra a Los Angeles. Proprio 15 minuti prima dell’atterraggio. La situazione inizialmente sembrava essere davvero critica per l’attrice. Ci ha pensato però il fratello Todd a rassicurare i fan e non solo, confermando che la Fisher è stazionaria e non più in pericolo grave. La nostra Leia Organa è comunque in terapia intensiva in questo momento.

Sviluppi recenti

E’ stata portata d’urgenza all’UCLA Medical Center dai paramedici dei Vigili del Fuoco di Los Angeles non appena il volo, durato 11 ore, ha toccato terreno americano. Il fratello, Todd Fisher, ha aggiunto poi che la Fisher è uscita dal pronto soccorso alle 16 per entrare in terapia intensiva. Da qui non ci sono più notizie. La terapia intensiva non è sinonimo di tranquillità, ma almeno sembra che il pericolo grosso sia scampato. O almeno, si spera.

Ricordiamo che l’attrice Carrie Fisher è tornata a interpretare la principessa Leia Organa in Star Wars: Il Risveglio della Forza. Da qualche mese inoltre ha concluso con il resto del cast le riprese per l’ottavo capitolo della saga, previsto per il 2017. Siamo sicuri che in terapia intensiva la nostra Leia stia lottando strenuamente per tornare in splendida forma! Seguono aggiornamenti, che la Forza sia con lei!