More

    Ahsoka: smonto l’assurda polemica su Sabine Wren e Qui-Gon Jinn

    -

    Ci risiamo, nuovo prodotto di Star Wars nuova polemica. Sembra che alcuni “fan” non riescano proprio ad evitare paragoni inconsistenti e come sempre non si sforzino di ragionare caso per caso. Questa volta il putiferio su internet è stato scatenato dalla scena finale della prima puntata della serie Ahsoka (con protagonista Sabine Wren). Vediamo di seguito i dettagli! (Sono presenti ovviamente SPOILER della 1×01 e 1×02).

    I destini di Sabine Wren e Qui-Gon Jinn

    sabine wren e qui gon polemica
    Shin Hati trafigge Sabine

    Alla fine del primo episodio di Ahsoka, Sabine Wren viene trafitta con la spada laser da Shin Hati. Nella seconda puntata la vediamo poi in ospedale, mentre pian piano si riprenderà dalla degenza. Questa celere ripresa ha fatto “indignare” molti fan di Star Wars, che sul web hanno dato inizio ad una crociata prendendo in esempio il destino di Qui-Gon Jinn, molto più infausto. Nello specifico, questi fan si sono arrabbiati proprio perché il Maestro Jedi avrebbe avuto molte più chance di sopravvivere di Sabine, e che quindi la sua ripresa è sbagliata o del tutto fuori luogo. Ma è davvero così?

    Ovviamente no. E per constatarlo basta “scomodare” la scienza, anche se ogni volta che tocca dimostrare una cosa del genere in Star Wars con basi scientifiche cadono davvero le braccia. Come possiamo vedere molto facilmente, Sabine viene trafitta al fianco, molto esternamente. Qui-Gon invece viene trafitto in pieno stomaco, in corrispondenza appunto di organi vitali e soprattutto quasi sicuramente della spina dorsale.

    qui gon jinn e sabine wren polemica
    Darth Maul uccide Qui-Gon Jinn

    Inoltre, cosa più importante, Sabine riceve prontamente delle cure mediche, mentre il Maestro Jedi purtroppo no (soprattutto perché nessuno poté aiutarlo mentre era agonizzante, visto che Obi-Wan era impegnato con Darth Maul). E per finire, tra i due eventi intercorrono ben 41 anni: un lasso di tempo in cui la medicina e l’utilizzo del bacta erano diventati sicuramente più efficienti.

    In qualsiasi caso, tralasciando i vari indizi, bisognerebbe smetterla di pensare a ciò che accade in Star Wars come eventi in serie che devono avere lo stesso esito. Come nella vita reale, va valutata ogni situazione caso per caso. E il fatto che Qui-Gon sia morto mentre altri sono sopravvissuti non sminuisce di certo la figura del personaggio, né eleva le capacità o la resistenza di altri.

    Voi cosa ne pensate di queste polemiche? Ditecelo come sempre nei commenti! E continuate a seguirci, anche su FacebookYouTubeInstagram TwitterVi terremo costantemente aggiornati sull’universo di Star Wars.

    Gaetano Vitulano
    Gaetano Vitulanohttps://insolenzadir2d2.it
    Studente di Giurisprudenza, cinefilo incallito, nel tempo libero promotore della sacra religione di Star Wars come founder de "L'Insolenza di R2-D2". Insolente quanto basta, cerco di incamerare la mia creatività nella scrittura, nell'oratoria, e soprattutto nell'arte della risata.

    ULTIMI ARTICOLI

    Il blaster di Han Solo diventa la pistola di scena più costosa di sempre

    Tutto ciò che riguarda la trilogia originale di Star...

    Star Wars: tutti i nuovi annunci delle serie Hasbro Vintage e Black Series!

    Oltre al clamoroso annuncio del remake di Knights...

    Luke Skywalker è morto vergine? Mark Hamill risponde

    Nei giorni scorsi, un fan di Star Wars ha...