Se le prime due pellicole della saga di Star Wars, ovvero Una Nuova Speranza e L’Impero Colpisce Ancora, sono i capolavori che conosciamo oggi lo dobbiamo anche e soprattutto al produttore cinematografico Gary Kurtz. Egli infatti lavorò a stretto contatto con George Lucas nello sviluppo dei primi due capitoli della saga; durante la travagliata produzione del primo, il suo contributo fu fondamentale per la straordinaria riuscita finale. Purtroppo oggi, oltre a ricordare il suo grande lavoro, ne annunciamo tristemente la dipartita.

Il ricordo di Gary Kurtz

gary kurtz produttore di star wars
Gary Kurtz e Carrie Fisher sul set de L’Impero Colpisce Ancora.
Da: yodasnews

Il produttore si è spento pochi giorni fa, Domenica 23 Settembre, all’età di 78 anni a causa di un tumore. Il sodalizio con Lucas nacque già con il cult American Graffiti, e continuò poi con il suo progetto più ambizioso: Star Wars. Come detto, il contributo di Gary Kurtz per la riuscita finale della pellicola fu fondamentale, soprattutto in merito alla sistemazione della sceneggiatura nel suo ambito “spirituale”. Dopo il clamoroso successo del film, Kurtz lavorò con Lucas anche per il sequel, ovvero L’Impero Colpisce Ancora. Qui però, per una serie di vicissitudini, il loro rapporto si incrinò irrimediabilmente: quella risultò essere di fatto la loro ultima collaborazione.

Un vero e proprio divorzio che, molti anni dopo, il produttore motivò così: La Lucasfilm era guidata dal business dei giocattoli; una vergogna. Con i giocattoli guadagnano tre volte quello che guadagnano con i film. Ed è una cosa del tutto naturale prendere delle decisioni che possono salvaguardare il settore, ma non si tratta di un elemento che giova alla qualità dei film”. Kurtz si schierò apertamente contro il merchandise della saga, una vera e propria rivoluzione in campo cinematografico nata proprio con Star Wars.

Il cordoglio per il produttore

Accantonando le polemiche e i dissidi, oggi vogliamo ricordare Gary Kurtz per il suo contributo straordinario agli episodi cardine della saga. Lo facciamo tramite i pensieri che Mark Hamill e Peter Mayhew hanno dedicato al produttore scomparso. L’interprete di Luke Skywalker ha scritto: “Ho perso l’amico di una vita. Il mondo ha perso un artista e film-maker gentile, saggio e dai tanti talenti, il cui contributo al mondo del cinema è indubbio. E’ stato un onore poter lavorare con lui e so di essere un uomo migliore solo per averlo conosciuto”.

Anche l’interprete di Chewbacca ha scritto su Twitter un messaggio di cordoglio: “L’uomo che è appena scomparso è stato un grande film-maker. Senza di lui non avremmo avuto nessuna ‘Forza. Sarai sempre ricordato tramite gli incredibili film che hai fatto, i quali hanno toccato le vite di milioni di persone”. A Gary Kurtz noi de L’Insolenza di R2-D2 vorremmo dire solo grazie. Un immenso grazie per essere stato una colonna portante di quello che è Star Wars per come lo conosciamo oggi. Che la Forza sia con te!