La Minaccia Fantasma è per alcuni un disastro, per altri un bel film, per ognuno di noi un tassello importante della nostra saga preferita. Che lo si ami o lo si odi, questo film ha riportato Star Wars al centro delle scene dopo lunghi anni di silenzio, con un incasso per l’epoca colossale. Comunque lo si guardi, per la maggior parte delle persone nate intorno al 1990, rimarrà una parte indelebile della propria infanzia.

Nonostante le differenti opinioni, non è strano che ci siano centinaia di curiosità su questa pellicola, essendoci una grande cura realizzativa dietro ogni dettaglio. Qui trovate cinque tra le curiosità più belle riguardo al film. Buona lettura!

L’Ancella e la Regina

natalie portman keira knightley ancella regina naboo
In primo piano l’ancella Sabè travestita da regina e interpretata da Keira knightley. Sullo sfondo invece Padmé interpretata da Natalie Portman

Natalie Portman e Keira Knightley sono entrambe bellissime, non credo che qualcuno abbia qualcosa da obiettare in questo senso. Nonostante la loro bellezza sia simile, le due sono abbastanza distinguibili nella quotidianità. Ma cosa succede quando c’è di mezzo il trucco? Il plot twist che vedeva infatti lo scambio tra la regina di Naboo, Padmé, interpretata dalla Portman, e la sua ancella, interpretata da Keira Knightley, necessitava di un costume e trucco tale da renderle indistinguibili. Possiamo dire che la missione è riuscita perfettamente, dato che un giorno, sul set del film, la madre di Keira, Sharman Macdonald, ebbe problemi nell’identificare la figlia; chiamò infatti la Portman al suo posto.

Il Comunicatore per il Corpo

episodio i qui gon jinn comunicatore gillette rasoio
Qui Gon Jinn e il suo ras… Comunicatore in Episodio I

Molti oggetti reali, appartenenti alla nostra quotidianità, sono stati trasformati per dare vita a dei futuristici oggetti starwarsiani nel corso dei film della saga. Basti pensare ai blaster degli stormtrooper. Bene, il comunicatore usato da Qui Gon Jinn in Episodio I su Tatooine è in realtà un bellissimo esemplare di rasoio per donne Sensor Excel della Gillette. Insomma, per un jedi è importante anche la bellezza, no?

Un ruolo ridimensionato

attore benicio del toro rifiuta ruolo in star wars
L’attore Benicio Del Toro. Fonte: Hollywood Reporter

Si parla molto del ruolo che Benicio Del Toro interpreterà nel prossimo Episodio VIII, ma l’attore ha già avuto in passato contatti con la produzione di Star Wars ai tempi di Episodio I, aggiungendosi alla lista di attori che hanno rifiutato un ruolo in questa saga. Il rifiuto di Del Toro, tuttavia, ha radici più artistiche di altri. Egli infatti, abbandonò il ruolo di Darth Maul a seguito del drastico taglio di battute che il personaggio aveva subito nella sceneggiatura. Il ruolo fu successivamente dato a Ray Park, il quale in tutto il film, pronuncia un totale di 3 frasi.

Somiglianze e Parentele

qui-gon jinn obi wan kenobi star wars la minaccia fantasma
Obi Wan Kenobi e Qui-Gon Jinn in Episodio I

Ewan McGregor, forte della sua bellissima interpretazione in Trainspotting, venne scelto per interpretare Obi Wan Kenobi in Episodio I tra una cinquantina di attori diversi, non solo per la sua bravura, ma soprattutto per la sua somiglianza nei confronti di vecchie foto di Alec Guinness da giovane. Dopo aver ottenuto il ruolo, McGregor studiò per lungo tempo il personaggio di Obi Wan e come Alec Guinnes l’avesse portato su schermo, visionando inoltre anche altri film del defunto attore. Altro fatto curioso su Ewan McGregor è che non è il primo membro della sua famiglia a far parte del cast di Star Wars. Suo zio Denis Lawson infatti ha interpretato il pilota ribelle Wedge Antilles nella trilogia originale.

Tempeste Fortunate

Durante le riprese di Episodio I nel 1997, mentre venivano filmate le scene ambientate a Tatooine nel deserto tunisino, una violenta tempesta di sabbia distrusse gran parte del set. I lavori di produzione ricominciarono solo due giorni dopo, ma George Lucas era stranamente felice. Durante la lavorazione di Episodio IV successe identicamente la stessa cosa e dunque Giorgione vide questo evento come un buon auspicio verso la realizzazione del film, dato il successo inaspettato che poi ebbe Una Nuova Speranza.